Come trovare la forma delle unghie perfetta: indicazioni e consigli

Per avere mani sempre perfette e curate, non c'è nulla di più importante che scegliere la giusta forma delle unghie. La scelta è davvero ampia: a mandorla, ovali, quadrate o a stiletto (se amate osare), le scelte sono pressoché infinite. Vediamo insieme le forme più belle e di moda

Pubblicato da Maria Teresa Moschillo Giovedì 4 giugno 2015

MTI5MzAxOTQzMDQ1NTk3ODI3
Come trovare la forma delle unghie perfetta per te? Ecco alcune indicazioni e preziosi consigli per cambiare look alle tue unghie in vista della stagione più calda dell’anno. Squadrate, rotonde, a mandorla o a stiletto, esistono tante forme differenti di unghie che richiedono diverse regole di manutenzione e presentano pro e contro: analizziamole nel dettaglio per capire qual è la migliore per le nostre mani e trovare la forma perfetta che ci stia bene e le renda più affusolate ed eleganti o -al contrario- trendy e modaiole.

Le unghie non sono tutte uguali!

forma unghie dettaglio
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com

Esistono davvero tante tipologie di unghie differenti e altrettante forme con cui poterle “modellare” e presentare al meglio, per mani sempre impeccabili ed ordinate, anche in seguito ad una semplice manicure da fare in casa. L’importante è comprendere la struttura delle proprie unghie e seguire alcuni piccoli accorgimenti, variabili da forma a forma.

Le unghie a mandorla

forma unghie a mandorla
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com
Le unghie a mandorla stanno spopolando ormai da diverso tempo e sono la scelta più indicata per chi ha dita corte o tozze: questa forma, che richiama per l’appunto quella allungata e ovale di una mandorla, rende immediatamente la mano più elegante ed affusolata.

Le unghie ovali

forma unghie ovali
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com
Se invece si vuole andare sul sicuro è bene prediligere la forma ovale: classica ed estremamente femminile, questa tipologia di unghia ha dalla sua il vantaggio di non richiedere particolari cure e manutenzione e di adattarsi a qualsiasi lunghezza d’unghia oltre che ad ogni tipologia di dito. Consigliamo di optare, in questo caso, per un semplice smalto monocolore, dalla nuance vibrante ed intensa.

Le unghie squadrate

forma unghie squadrate
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com
Questa forma è la più richiesta dalle amanti di nail art particolari e di applicazioni 3D in quanto il bordo libero dell’unghia è largo quanto il letto ungueale. Attenzione, però: la manutenzione in questo caso è d’obbligo e le unghie vanno continuamente limate. La forma squadrata è perfetta per le dita affusolate e lunghe, decisamente poco appropriata per le dita tozze e “paffutelle”. Tra gli svantaggi segnaliamo inoltre il fatto che le unghie squadrate tendono a rompersi molto facilmente impigliandosi con i lati liberi a qualunque oggetto!

Le unghie ‘squovali’

forma unghie squovale
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com
“Squovale” è un neologismo coniato di recente dagli “addetti ai lavori” per indicare unghie di forma nè squadrata nè ovale, una sorta di compromesso per chi desidera unghie dalla forma quadrata ma con angoli decisamente meno netti e quindi più morbidi. Si realizzano limando il bordo libero proprio come si farebbe per le unghie di forme quadrata, procedendo poi con lo “stondare” gli angoli. Come la forma ovale, questa tipologia di “linea” dona davvero a tutte, ancor di più se adottata per unghie medie o lunghe.

Le unghie a stiletto

forma unghie stiletto
Foto di Alfmaler / Shutterstock.com
Simili ad artigli, le unghie a stiletto sono sicuramente quelle più difficili da portare e soprattutto da curare. Questa forma, infatti, prevede una punta molto accentuata ed è la più richiesta dalle nails addicted che sfoggiano unghie lunghissime. Si consiglia di applicare e scegliere uno smalto chiaro, per un effetto non troppo “aggressivo”, altrimenti… Timide astenersi!