Trattamenti estetici e depilazione, la luce pulsata

la luce pulsata si usa come strumento per la depilazione definitiva, è però ideale anche il fotoringiovamento, permette di trattare anche gli inestitismi più difficili, quali cicatrici, rughe, tatuaggi, ecc. Tramite un laser vengo ricompattati i pori dilatati e la pelle torna alla struttura originale

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 8 luglio 2009

Superare i problemi estetici con l’uso del laser. E’ questo l’obiettivo con cui si usa la luce pulsata, che permette di trattare anche gli inestitismi più difficili, quali cicatrici, rughe, tatuaggi, ecc. Vediamo insieme come funziona e se può esserci d’aiuto.

Nella maggior parte dei casi conosciamo la luce come strumento per la depilazione definitiva, è però ideale anche per il fotoringiovamento. Parlo di ringiovamento non solo per eliminare i segni del tempo, ma per eliminare macchie scure, i capillari (anche dal viso) o tutti quelle imperfezioni cutanee che possono derivare e dall’età e da incidenti come una scottatura.

Tramite un laser vengo ricompattati i pori dilatati e la pelle torna alla struttura originale. I trattamenti durano circa 30 minuti (in caso di depilazione, per esempio, si conteggia il pagamento a numero di minuti) e per ottenere dei risultati bisogna sottoporsi almeno a un ciclo di 6 sedute.

La luce pulsata, a differenza di altri interventi estetici, è abbastanza economica e non è un trattamento doloroso. Non ha effetti collaterali e non lascia cicatrici. Bisogna però rivolgersi a personale qualificato e certificato, perché è successo che molte signore siano state scottate a causa della superficialità di qualche estetista.

Per la depilazione rivolgetevi a qualche centro benessere o estetico, mentre se siete interessati a risolvere gli inestetismi cutenei vi consiglio allora di contattare un medico specializzato.