Trattamenti anti età: la carbossiterapia

La carbossiterapia è un trattamento molto efficacie per distendere rugle e smagliature. Si tratta di un'iniezione sottocutanea di co2. Il trattamento è abbastanza doloroso, è meglio che sia un medico a esiguirlo anche se gli effetti collaterali sono minimi

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 16 giugno 2009

Canottiere, magliette scollate, minigonne e bikini. Indumenti che non stanno bene proprio a tutte, soprattutto se il seno non è florido e sodo come una volta o abbiamo smagliature sui glutei. Possiamo ricorre alla carbossiterapia, una tecnica efficace per ridurre gli inestetismi cutanei dovuti all’età.
La carbossiterapia in sostanza è un’iniezione sottocutanea di anidrite carbonica e un valido aiuto per combattere le smagliature che si formano durante lo sviluppo, la gravidanza o dopo una dieta molto (soprattutto sul seno). L’inserimento dell’anidrite carbonica crea un enfisema superficiale che si assorbe immediatamente spianando la ruga o la smagliatura. In altre parole, produce uno scollamento dei tessuti e porta un arricchimento di ossigeno.

I risultati si vedono subito: le zone trattate appaiono più levigate e distese. Ovviamente è una soluzione momentanea, anche se gli effetti durano circa un anno e mezzo. Per un trattamento completo, soprattutto se le parti non sono molto estese, bastano 4 o 5 sedute Il numero dei trattamenti dipende dall’età e dalla profondità delle rughe.

Mi raccomando anche questo trattamento è bene farlo fare da mani esperte, quelle di un chirurgo plastico certificato perché ha come tutti gli interventi estetici delle controindicazioni. Non è tossica e gli effetti collaterali sono minimi, però può essere doloroso. I costi? Ogni ciclo non dovrebbe costarvi più di 100 euro, però ovviamente dipende da medico a medico e da corpo a corpo.