Tatuaggi Maori per lei, i disegni più belli [FOTO]

da , il

    Tatuaggi Maori per lei, i disegni più belli. Nati per rappresentare l’appartenenza a una determinata tribù o lo status sociale di una persona, i tatuaggi Maori sono da tempo apprezzati dagli uomini, ma ultimamente sono sempre più richiesti anche dalle donne. Se pensi di fare un tatuaggio Maori, devi senza dubbio amare il nero e i disegni dalle linee molto spesse e marcate. Grazie alla migliore conoscenza dell’arte dei tatuaggi Maori, ogni anno sempre più persone si avvicinano a questo mondo e decidono di decorare il loro corpo con disegni o simboli più o meno grandi e più o meno visibili, dai profondi ed importanti significati. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

    I tattoos Maori sono sempre più richiesti anche da noi donne. Per anni li abbiamo visti sfoggiati solo dagli uomini, ma ultimamente le cose sono cambiate, grazie alla maggiore conoscenza dei diversi disegni legati a questa cultura. Così come è avvenuto per i tatuaggi old school, infatti, una volta compreso a pieno il senso dell’arte tattoo dallo stile Maori non si può che rimanerne a dir poco affascinate.

    La loro principale caratteristica, da un punto di vista prettamente grafico, è l’utilizzo dell’inchiostro nero, con cui vengono delineate sulla pelle linee molto spesse e marcate.

    Tatuaggi maori significato

    Tatuaggio maori significato

    Innanzitutto è bene comprendere chi sono esattamente i Maori. Questa popolazione vive in Polinesia, principalmente nel nord della Nuova Zelanda, e vanta una storia antichissima. Il tatuaggio nella cultura Maori rappresenta un vero e proprio rito di passaggio e la sua importanza va ben oltre quella di un semplice orpello estetico.

    Generalmente i Maori guerrieri sfoggiano il loro primo tattoo nel momento in cui si passa dall’adolescenza all’età adulta: comunemente il primo tatuaggio viene realizzato sul viso e, man mano che il tempo avanza, tutti i tatuaggi realizzati in giovinezza vengono allargati e modificati andando a segnare in modo indelebile sulla pelle qualsiasi evento importante della vita. Il tatuaggio Maori, quindi, in realtà non finisce mai, accompagnando la persona che ne porta i segni sul corpo per sempre.

    Sono due i principali tipi di tatuaggio Maori. Il Moko è quello più tradizionale e indica lo status sociale di chi lo porta, con distinzioni per meriti conseguiti e sesso: le donne sono solite tatuarsi sul mento, mentre gli uomini sull’intero volto. Il Kirituhi, invece, è una tipologia di tatuaggio non riservata ai soli guerrieri delle tribù e per la cultura Maori ha una valenza meno mistica.

    Tatuaggi Maori piccoli

    Tatuaggi Maori piccoli

    I tatuaggi Maori sono per antonomasia molti grandi e “ingombranti”. Ciò dipende dal fatto che, come già illustrato, essi si collegano alla tradizione guerriera: i tatuaggi, visibili e ampi, servono per distinguere i propri alleati dai nemici e per incutere timore agli avversari.

    Tuttavia non è impossibile riprodurre sulla propria pelle dei tatuaggi Maori piccoli. Sono due le strade da poter seguire: rimpicciolire in scala un disegno Maori originale o riprodurre in stile Maori qualsiasi tipologia di soggetto. Tartarughine, uccelli e motivi floreali, seguiti a ruota da simbologie dallo specifico valore, sono quelli che vanno senza dubbio per la maggiore per quanto riguarda tatuaggi Maori piccoli e femminili.

    Tatuaggi Maori polinesiani

    Tatuaggi maori polinesiani

    Un discorso a sè stante riguarda i tatuaggi Maori polinesiani. Gli abitanti della Polinesia, infatti, godono di un patrimonio di simbologie estremamente ricco e variegato, molto spesso di ispirazione per i loro tatuaggi. Tra i simboli più diffusi segnaliamo quello della tartaruga (Honu), riconducibile alla fertilità, alla salute, al benessere e alla unione della famiglia, e quello delle lance, spesso stilizzate, e disposte in fila. Molto radicato nella cultura polinesiana è inoltre il simbolo di Kena, un eroe mitologico delle Isole Marchesi simbolo dell’arte guerriera, perfetto per le donne combattenti!

    Tatuaggi Maori giapponesi

    Tatuaggi maori giapponesi

    I tatuaggi Maori giapponesi non sono altro che rivisitazioni in stile giapponese di alcune delle più tradizionali simbologie Maori. Questi tattoos sono coloratissimi e si rifanno all’antica tradizione giapponese. Essa prevedeva l’utilizzo di una particolare tecnica chiamata Tebori che significa letteralmente “scolpire nella pelle”: i tatuaggi giapponesi, infatti, venivano anticamente riprodotti adoperando un bastone di bambù, oggi sostituito con materiali sterili e più sicuri. Fiori di loto, draghi, lanterne e paesaggi incantati sono i soggetti più richiesti ai tatuatori.