Tatuaggi, come proteggerli dal sole

da , il

    Tatuaggi, come proteggerli dal sole

    I tatuaggi da secoli sono un attributo in grado di esaltare l’esteriorità e caratterizzare un individuo. Diffusi presso numerosissime culture, sia antiche che contemporanee, essi hanno accompagnato l’esistenza dell’uomo nel suo iter millenario. Variando il proprio significato a seconda del contesto, i tatuaggi potevano qualificare l’identità di un individuo o manifestare a tutti il passaggio di una persona all’età adulta. Oggi, imprimere disegni e scritte sul proprio corpo è diventato un modo come un altro per esprimere la propria personalità e migliorare il proprio aspetto.

    Per preservare al meglio il proprio tatuaggio ed impedire che diversi fattori, come il sole estivo e l’acqua salata, vadano ad intaccarne ed alterarne la pigmentazione, oggi vorrei fornirvi alcuni semplici consigli. Soprattutto nel periodo di guarigione, il mare e l’esposizione ai raggi solari possono compromettere la colorazione.

    I pigmenti, certo, dovrebbero durare a vita. Delle attenzioni particolari, in ogni caso, vi consentiranno di scongiurare ogni rischio di alterazione. Il primo sole deve essere preso con creme ad alta protezione. Questa procedura va ripetuta all’inizio di ogni estate se si desidera difendere colori e lucentezza del disegno o scritta amorosa impressa sul proprio corpo.

    Alcuni esperti paragonano il colore del tatuaggio alla verniciatura di un’auto o, perché no, anche ai colori di un quadro. Se lasciate questi oggetti senza alcuna protezione alla luce diretta del sole, le tinte scoloriranno, divenendo opache.

    Perciò, ricordate: utilizzare una crema solare con elevato grado di protezione ed i vostri tatuaggi dureranno più a lungo!