Tatuaggi a forma di croce per lei [FOTO]

Scegliere di tatuarsi una croce viene a volte da una motivazione religiosa a volte da un semplice desiderio di avere sulla pelle un simbolo spirituale da portare sempre con sé.

Pubblicato da Alessandra Pepe Mercoledì 6 novembre 2013

I tatuaggi a forma di croce per lei hanno subito negli ultimi anni una notevole diffusione, non solo come simbolo religioso, ma anche come motivo che può avere una semplice accezione di “fede”, di un credo in un qualcosa di superiore. Al di là di croci elaborate realizzate ispirandosi ai complessi motivi celtici o tribali, la maggior parte dei tatuaggi di croci per lei sono semplicissimi incroci di due linee nere, soprattutto di piccole dimensioni, che vanno a prendere posto sul corpo nei più svariati punti.

Le tipologie di croci

Tattoo croce con le ali sfumata in rosso

Come si diceva inizialmente la maggior parte delle persone che scelgono di farsi tatuare una croce ha dei profondi motivi religiosi, a differenza di altri tatuaggi che vengono fatti per essere glam o stilose, quello della croce è un simbolo che non può non essere riconoscibile. La tipologia di croce più diffusa per i tattoo è quella latina, simbolo della morte e della resurrezione di Gesù, realizzarla è semplicissimo e soprattutto, si presta ad essere progettata in qualsiasi dimensioni per adattarsi alla parte del corpo scelta, inoltre, vista la semplicità del disegno, si può dare spazio alla creatività aggiungendo degli altri elementi come fiori, cuori o delle frasi particolarmente significative per completare il tatuaggio. Non ha invece nulla a che fare con la religione, ma è comunque molto diffusa tra i tatuaggi, la croce celtica, realizzata solitamente di dimensioni medio-grandi e con decorazioni più complesse, la croce celtica viene, come dice il nome stesso, dalla tradizione pagana del popolo celtico ed è nota anche come simbolo esoterista. Il disegno parte dalla base di una normale croce latina a cui sono aggiunti dei nodi che la avvolgono interamente rendendo impossibile distinguere all’occhio umano un inizio e una fine, per questo motivo spesso la croce celtica viene considerato un potente simbolo di eternità, una sorta di anello di congiunzione tra il mondo fisico e quello spirituale.

Dove realizzare il tatuaggio

Tatuaggio croce con ali e scritta

Nel caso della croce non cambiano le regole fondamentali da seguire quando si decide di fare un tatuaggio, ovvero rifletterci molto bene perché si tratta di qualcosa di indelebile e oltretutto, in questo caso, si parla di un simbolo dal significato importante, sia che a spingere sia una motivazione religiosa o qualcosa che semplicemente viene avvertito come spirituale. Le donne solitamente ritengono la scelta della croce come soggetto per un tattoo una questione piuttosto intima, per questo vengono predilette parti nascoste del corpo come l’addome, il retro del polso, la scapola, la base del collo o la schiena. Altre invece ritengono che non ci sia nulla di male a mostrare la propria fede e scelgono di tatuarsi una croce, quando non addirittura un rosario, sulle mani, le braccia, le caviglie e i piedi, ovvero dei punti estremamente visibili agli occhi di tutti.