Smalto semipermanente: tutto quello che non sai e dovresti conoscere

Fa bene o male? Si applica con facilità e si rimuove altrettanto facilmente? Se ti sei fatta almeno una di queste domande sullo smalto semipermanente devi assolutamente leggere la nostra guida sul tema. Dì addio a tutti i tuoi dubbi e preparati ad avere unghie (di mani e piedi) colorate e perfette 365 giorni l'anno.

Pubblicato da Gaia Magenis Mercoledì 7 marzo 2018

Smalto semipermanente: tutto quello che non sai e dovresti conoscere

Lo smalto semipermanente è ormai una routine per chi vuole avere unghie, di mani e piedi, sempre perfette e in ordine. Intorno a questo trattamento di bellezza, però, esistono numerosi dubbi e perplessità: dall’applicazione alla rimozione, dalla differenza con le unghie in gel fino alle migliori marche da scegliere per un risultato duraturo e senza errori. Abbiamo stilato un mini guida utile su tutto quello che non sai e invece dovresti sapere su questo trattamento di bellezza, compresa la domanda che tutte si fanno: lo smalto semipermanente fa male alla salute?

Cos’è lo smalto semipermanente e come funziona

Lo smalto semipermanente si posiziona esattamente a metà tra lo smalto normale e il gel per la ricostruzione: questo prodotto, infatti, si applica proprio come la versione classica ma deve subire alcuni passaggi fondamentali per essere più brillante e per durare più a lungo. È bene ricordare, però, che non è infrangibile, specialmente se viene applicato nel modo sbagliato e che è bene seguire qualche indicazione per scegliere lo smalto semipermanente in base alla durata.

La differenza tra lo smalto semipermanente e le unghie gel

La differenza tra lo smalto semipermanente e le unghie gel consiste, non solo in tempi più veloci per l’applicazione, ma anche in un risultato decisamente più naturale.

Le unghie gel, infatti, risultano spesse e posticce. Mentre con lo smalto semipermanente è possibile ottenere un risultato sottile e naturale, proprio come con la versione comune.

Lo smalto semipermanente fa male?

Una delle domande che molte done si fanno prima di approcciarsi a questa tecnica beauty è se questo tipo di gel faccia male o meno.

Questo smalto, infatti, non fa male nè alla salute nè alle unghie. Certo è che, visti gli ingredienti sbianchianti presenti al suo interno – idrochinone e idrochinone monometiletere – considerati critici per la salute è bene evitarne il contatto con la pelle. Per questo, il nostro consiglio, è quello di rivolgersi a centri esperti per l’applicazione e di evitare, per quanto possibile, il fai da te a casa.

Nonostante lo smalto sia innocuo per la salute è comunque consigliato attendere una settimana tra un’applicazione e l’altra in modo da evitare troppi stress, meccanici e chimici, a carico delle unghie.

Come già detto lo smalto semipermanente è la soluzione perfetta per avere unghie sempre in ordine: non fa male e, proprio per questo, è possibile applicarlo anche durante la gravidanza: smalto e lampada UV non sono infatti pericolosi nè per la mamma nè per il bambino. L’unica accortezza è riferita proprio all’indebolimento delle unghie che aumenta durante le 40 settimane di gestazione.

Come applicare lo smalto semipermanente

Ma come mettere lo smalto semipermanente? Applicarlo non è affatto complicato, anche per chi vuole cimentarsi con il fai da te, ma è bene fare attenzione ad alcuni passaggi per evitare che il risultato finale possa sbeccarsi o alzarsi prima del previsto.

Cosa serve per applicare lo smalto semipermanente

I prodotti necessari sono:

  • lima
  • buffer
  • primer
  • base coat per smalto semipermanente
  • top coat per smalto semipermanente
  • smalto semipermanente colorato
  • spingicuticole
  • sgrassatore per unghie

I passaggi per applicare lo smalto semipermanente

  • Pulire l’unghia eliminando qualsiasi traccia di smalto con un solvente adatto, acetone o solvente per smalto
  • Applicare un prodotto per sciogliere o ammorbidire le cuticole e spingerle all’esterno con un bastoncino in plastica o in legno di arancio. In casi estremi è possibile rimuovere le cuticole tagliandole con uno strumento apposito
  • Opacizzare l’unghia con un buffer – cubo a grana fine reperibile presso i negozi di specializzati in forniture per centri estetici- per eliminare il primo strato superficiale. Questo passaggio serve anche per eliminare gli eventuali residui di grasso presenti sull’unghia stessa
  • Stendere uno strato sottile di primer che funzionerà da aggrappante per i passaggi successivi. Questo tipo di prodotto, che spesso si presenta sotto forma di smalto molto liquido, non ha bisogno di essere passato sotto la lampada UV e si asciuga dopo pochi secondi
  • Applicare il base coat per smalto semipermanente e passare le unghie sotto la lampada per 15/20 secondi
  • Passare due strati sottili di gel colorato. Tra un’applicazione e l’altra passare le unghie in lampada UV per 15/20 secondi
  • Sigillare il tutto con uno strato corposo di top coat facendo attenzione a sigillare anche la punta dell’unghia. In questo caso è consigliato tenere le unghie all’interno della lampada UV per 40/60 secondi
  • Imbibire un pad di cotone con del cleanser per sgrassare e lucidare l’unghia
  • Reidratare unghie e cuticole con un olio

Come togliere lo smalto semipermanente

Vi abbiamo già parlato di come togliere lo smalto semipermanente : non è un’operazione facile ed è necessaria un po’ di esperienza onde evitare di danneggiare l’unghia e graffiarla. Vediamo comunque nel dettaglio tutti i passaggi necessari.

Il kit per rimuovere lo smalto semipermantente a casa

  • pad in cotone
  • solvente con acetone
  • una lima per unghie
  • foglietti di carta stagnola
  • spingicuticole

Gli step per la togliere lo smalto semipermanennte

  • limare la parte superficiale dello smalto
  • imbibire il pad di cotone con il solvente e applicarlo sull’unghia
  • chiudere l’unghia con la carta stagnola
  • lasciar agire l’acetone per 15/20 minuti
  • rimuovere il tutto ed eliminare lo smalto spingendolo via con uno spingicuticole

Nel caso in cui lo smalto venisse rimosso al primo passaggio è possibile ripetere il processo, lasciando i pad in posa per qualche minuto oppure eliminando l’eccesso con una lima, ma senza forzare troppo.

Esistono anche marche di smalti semipermanente che non necessitano della rimozione con solvente, ma che utilizzano la tecnica pell-off: lo smalto viene eliminato come se fosse una pellicola in soli dieci secondi.

Il kit per lo smalto semipermanente

I kit per applicare lo smalto semipermanente a casa sono ormai molto facili da reperire sia online che nei negozi che riforniscono i centri estetici.

Esistono diversi set dedicati sia all’applicazione che alla rimozione: da quello professionale contenente tutto l’occorrente alle nuove versioni con mini lampade LED per l’applicazione su singola unghia.

Il prezzo si aggira dai 30 euro per kit senza lampada UV o LED fino ai 60 euro per kit che comprendono anche diversi colori di smalto.

Kit Semipermanente Unghie Professionale Completo • Fornetto UV + Smalto Gel Unghie e 30 accessori : Remover, Base Coat, Top Coat • Edition Deluxe • Vegan & Cruelty Free Norme CE • MEANAIL PARIS

Smalto semipermanente: quanto costa?

Il prezzo dello smalto semipermanente può variare sia dal centro estetico scelto sia dalla città: la media per un’applicazione di questa tipologia di gel con manicure è di circa 35/40 €.

Per la rimozione, invece, il prezzo si aggira intorno agli 8 euro.

Le migliori marche di smalto semipermanente

Sono tantissimi i brand che propongono prodotti validi sia per saloni che per l’applicazione fai da te. Tra le migliori marche di smalto semipermanente unghie che propongono diversi tipi di colori, dai nude ai più scuri, troviamo:

  • CND Shellac
  • Essie
  • GelColor by O.P.I.
  • Layla
  • Estrosa
  • ProNails SoPolish
  • Gelish
  • Cuccio Colour Veneer
  • Orly Smart Gels
  • MESAUDA Milano Gel Polish

Tra questi in particolare segnaliamo lo smalto semipermanente Estrosa per l’estate: colori accesi e nuance brillanti che soddisfano le esigenze di tutte le donne che vogliono apparire e personalizzare la propria manicure .

Chi può utilizzare il gel semipermanente per unghie

Lo smalto semipermanente è adatto a tutte quelle donne che vogliono avere unghie, sia di mani che di piedi, sempre in ordine che siano queste lunghe o corte. Ovviamente è sconsigliata l’applicazione a chi soffre di onicofagia.