Smalto semipermanente, come rimuoverlo a casa

Scopri come rimuovere lo smalto semipermanente a casa con pochi semplici passaggi: scegli gli strumenti giusti per eliminare questo tipo di manicure senza però rovinare le unghie. Segui i consigli della redazione di Pourfemme.it per un risultato impeccabile.

da , il

    Smalto semipermanente come rimuoverlo a casa cover

    Se sei un’amante dello smalto semipermanente e non sai bene come rimuoverlo a casa senza fare danni, sei arrivata nel posto giusto. Insieme al team di Pourfemme.it scopriremo in pochi semplici passaggi come è facile togliere questo tipo di manicure riuscendo ad ottenere un risultato impeccabile come dall’estetista. Capire come togliere lo smalto semipermanente senza rovinare le unghie è molto semplice, specialmente avvalendosi degli accessori e degli strumenti giusti: la scelta della lima è fondamentale, così come è importante procedere con il solvente per semipermanente più adatto alle nostre esigenze. Molte donne, in realtà si chiedono come togliere lo smalto semipermanente senza remover: sebbene non sia una pratica molto consigliata, è bene dire che è possibile, specialmente in situazioni di estrema necessità. Ecco una breve guida per imparare come rimuovere a casa lo smalto semipermanente.

    Smalto semipermanente: è possibile rimuoverlo a casa?

    togliere lo smalto semipermanente

    Ma come è possibile togliere lo smalto gel senza rovinare le unghie? Procedere in totale autonomia in casa è davvero semplice seguendo in modo preciso e puntuale quattro passaggi, che consentono di rimuovere il semipermanente da sole senza però correre il rischio di commettere dei pasticci. Si comincia con la limatura dello strato superficiale lucido dell’unghia per poi procedere con l’utilizzo del remover per smalto semipermanente e la sua messa in posa con della carta stagnola sulle unghie, avvolte in dischetti di cotone o di ovatta imbevuti di solvente. Infine si passa alla rimozione vera e propria, con apposito spingicuticole, dei residui di colore rimasti sulla superficie delle unghie. Analizziamo tutti gli step singolarmente.

    Grattare via lo strato lucido con la lima

    togliere il lucido con la lima

    Adoperando una lima per unghie, gratta via la parte lucida e superficiale dello smalto fino a farlo diventare opaco. Agendo in questo modo, ovviamente con delicatezza e senza esagerare, sarà più semplice procedere con la rimozione dello smalto tramite apposito remover. Di cruciale importanza è la scelta di un acetone per semipermanente: un semplice solvente da solo non è sufficiente per procedere alla totale eliminazione del colore e del gel dalle unghie. Bisogna avvalersi necessariamente di un prodotto specifico, un remover per semipermanente e non per comune smalto per unghie.

    Mettere in posa il solvente

    solvente semipermanente

    Consigliamo di procedere a questo punto con una mano per volta e di preparare dei quadratini di carta stagnola e dei dischetti di cotone. Versate del remover per smalto semipermanente su 10 dischetti di cotone, metteteli su tutte le unghie e fateli aderire bene arrotolando intorno ad ogni singolo dito della stagnola, che aiuterà a tenere ben fermo il dischetto. Il tempo di posa da osservare è di circa 15 minuti. Ovviamente, a seconda della tipologia di remover per smalto semipermanente adoperato esistono regole differenti. Ce ne sono di tanti tipi e sono molti i brand a suggerirne nella propria gamma di prodotti: segnaliamo, ad esempio, il solvente per smalto semipermanente di Kiko, molto efficace e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Ricordiamo che è doveroso lasciare al solvente il tempo necessario per agire per poi procedere alla rimozione dello smalto, in modo rapido, semplice e completamente indolore. Quando si parla di bellezza è vietato avere fretta!

    Togliere i resuidi di colore

    spingicuticole

    A questo punto, una volta aperti “i pacchetti” di carta stagnola, il colore dello smalto sarà quasi completamente scomparso. Per rimuovere i residui basterà provare con uno spingicuticole, da utilizzare ovviamente con attenzione per evitare di farsi male, o con dei semplici bastoncini in legno. A smalto completamente rimosso suggeriamo di procedere con l’applicazione di una buona crema mani e unghie per ritemprarle in seguito allo stress della rimozione. Onde evitare di indebolire l’unghia, consigliamo per qualche giorno di evitare di rimettere il gel ma di usare al massimo uno smalto classico.

    Molte donne si chiedono come togliere lo smalto semipermanente senza remover e senza rovinare le unghie. E’ fattibile, ma bisogna prestare attenzione ad alcuni accorgimenti. Una tecnica da poter adottare è la seguente: si applica dello smalto top coat sull’unghia e, quando è ancora bagnato, si strofina energicamente con un batuffolo di cotone, spruzzando sulle unghie della lacca per capelli per agevolare il processo. Questo metodo fa sciogliere lo smalto semipermanente e consente la rimozione del colore senza remover. Facile no?