Pulizia del viso: come eliminare i punti neri senza irritare la pelle

Se volete ricorrere alla pulizia del viso per eliminare i punti neri o comedoni, fatelo con attenzione, evitando di schiacciarli "a freddo" provocando infezioni e la comparsa di brufoli. Ecco un metodo fai da te per una pulizia profonda ma delicata.

Pubblicato da Simona Redana Martedì 5 ottobre 2010

Pulizia del viso: come eliminare i punti neri senza irritare la pelle

Quanto li ho odiati! I punti neri mi hanno accompagnato per tutta la fase dell’adolescenze e anche adesso che sono “grande” ogni tanto fanno capolino, giusto per ricordarmi che non sono perfetta (come se non lo sapessi)! I punti neri, o comedoni, colpiscono chi ha la pelle grassa e i pori dilatati e si formano quando i follicoli della pelle si dilatano e vengono ostruiti da sebo, che ossidandosi diventa appunto nero. I vani tentativi di schiacciare questi orribili inestetismi prima di una serata importante portano sempre allo stesso risultato: infezioni, brufoli e piccole cicatrici. Come evitarlo?
Tra i metodi casalinghi per eliminare i punti neri c’è quello della sauna facciale, sicuramente il più efficace. Procedete riempiendo una pentola o un contenitore di acqua bollente e agigungendo foglie secche di alloro e ortica. Appoggiatela su un tavolo e avvicinate il viso al vapore ricoprendo la testa con un asciugamano in modo da non disperdere il calore. Restate in questa posizione una decina di minuti in modo da far aprire e da purificare tutti i pori della pelle.

Procedete subito con un leggero gommage o con uno scrub fai da te al limone, e solo successivamente passate alla rimozione manuale delle impurità facendo molta attenzione a non premere troppo la pelle e ricoprendovi le dita con una garza o un fazzoletto. Premete ai lati del comedone con delicatezza in modo da far uscire il sebo e, una volta finito, disinfettate la zona o applicate qualche goccia di olio essenziale di lavanda.