Pelle, smettere di fumare per averla più luminosa

Il fumo? Oltre ad aumentare il rischio di sviluppare numerose patologie, nuoce anche alla nostra pelle, perché innesca un processo di invecchiamento precoce. In che modo?Innanzitutto, il fumo è associato a una vasocostrizione dei capillari dermici, cui si somma una riduzione dell’apporto di ossigeno. Per questi motivi, la pelle dei fumatori è spesso disidratata e il colorito è meno luminoso.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 17 dicembre 2009

Pelle, smettere di fumare per averla più luminosa

La bellezza della nostra pelle dipende dal nostro stile di vita: l’alimentazione influisce tantissimo e poi c’è il fumo che crea problemi circolatori, diminuisce l’ossigenazione dei tessuti, aumentando l’invecchiamento cellulare. Quindi potete pure spalmarvi una bella crema al collagene o a base di vitamine antiossidanti per ritrovare la giovinezza perduta, ma se la sera non andate a letto prima di aver visto la fine del vostro pacchetto di sigarette, c’è poco da fare. Per questi motivi, la pelle dei fumatori è spesso disidratata e il colorito è meno luminoso. Vediamo insieme di cosa sto parlando.
Il fumo provoca inoltre un incremento dei radicali liberi e – a causa dell’aumentata produzione di alcuni enzimi – determina anche una rapida distruzione del collagene, ovvero l’impalcatura di sostegno del derma. Inoltre, determina anche una riduzione della riserva cutanea di vitamina A, fondamentale per consentire tutti i processi di riparazione naturale della pelle.

Insomma non voglio spaventarvi. Una sigaretta non si nega a nessuno e non è neanche il caso di criminalizzare chi ha questo vizio/passione, però dovete tener conto dei danni che state provocando. Poi se proprio non siete in grado di smettere di fumare o di ridurre, idratate la vostra pelle tantissimo per bilanciare quanto più possibile.