Pelle: combattere la disidratazione

L'inverno per alcune ha lasciato il segno sulla pelle, marchiandola con forte sechezza e disidratazioen, ma vediamo insieme cosa fare per prevenirl, curarla e combatterla tutto l'anno.

Pubblicato da AnnaMarchese Domenica 28 marzo 2010

Pelle: combattere la disidratazione

I primi raggi del sole stanno iniziando a riscaldare le nostre giornate e la primavera si fa finalmente sentire, ma nonostante tutto è proprio in questo momento che la nostra pelle risente del freddo invernale, anche perché la primavera porta con sé anche venti secchi e leggere brezze. Inoltre l’inquinamento, il clima gelido o l’aria gelida può portare la nostra pelle ad essere secca. Per fortuna, però, questo non è da considerarsi un problema, infatti la disidratazione va ovviamente combattuta con l’idratazione, ed è sicuramente molto facile farlo.
I “sintomi” della pelle secca sono abbastanza evidenti, ad esempio sulle gambe si forma una sorta di patina bianca che è segno di una forte mancanza di liquidi, e, prima di agire con creme e prodotti vari, è importante aiutare l’organismo dall’interno bevendo molta acqua. I gesti quotidiani da seguire per avere una pelle morbida e sana riguardano l’applicazione di creme e lozioni.

Si inizia dal detergente per la pulizia del viso, che non deve assolutamente contenere alcool ma piuttosto deve avere estratti naturali e contenere vitamine, e sono bandite le lozioni e le mousse astringenti che possono peggiorare la situazione e provocare rossori che non sono facili da rimuovere.

Per il corpo, e in particolare per le gambe, è efficace l’utilizzo di oli, come quello alle mandorle dolci che, essendo molto grasso idrata a fondo l’epidermide, oppure l’aloe vera, che nutre la pelle e la sia può trovare anche sotto forma di doccia schiuma.

I prodotti più indicati sono le lozioni come la Cold cream di Avène che purifica e addolcisce la cute e la sua azione dura una settimana. Oppure possiamo usare la mousse di Vichy, Aqualia Thermal, che protegge per 24 ore.