Occhiaie, combatterle con l’automassaggio

Le occhiaie e le borse sotto gli occhi sono un problema per molte ragazze. Per combatterle è bene praticare un leggero auto massaggio, in grado di stimolare la circolazione. Altrimenti affidarsi alle mani di un esperto per un ciclo di massaggi linfodrenanti.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 26 maggio 2009

Fondotinta e correttori, spesso, non sono sufficienti. Occhiaie e borse sotto gli occhi sono un inestetismo molto diffuso, soprattutto dopo i 30anni, e in questi giorni di caldo insopportabile e notti insonni, si manifestano con ancor più facilità. Ci sono però dei piccoli gesti quotidiani che possono aiutare ad alleviare il gonfiore.

Abbandoniamo il rimedio della nonna della fetta di cetriolo appoggiata sulle palpebre prima di andare a dormire e concentriamoci sul fatto che occhiaie e borse possono essere combattute stimolando la circolazione. Per ottenere degli ottimi risultati, la cosa migliore è quella di sottoporsi a un ciclo di massaggi linfodrenanti. Possiamo però aiutarci con delle piccole accortezze casalinghe.

Ricordiamoci che applicare, prima di andare a letto, una buona crema nutriente sul viso è sempre il primo passo verso una pelle tonica e delicata. Ma non limitiamoci a spalmarla frettolosamente, cerchiamo di picchiettarla in modo delicato, tenendo presente che la zona occhi è estremamente sensibile (evitate pressioni forti), oppure scegliamo dei prodotti con applicatore.

Senza crema, invece, potete praticare un piccolo auto massaggio: appoggiate i polpastrelli sull’arcata sopraccigliare e pigiate in modo alternato le dita partendo dal naso in direzione delle orecchie. Ripete l’azione una decina di volte. Spostate poi i polpastrelli delle vostre dita sotto gli occhi e rifate lo stesso movimento di prima.