Microdermoabrasione, il trattamento per ringiovanire il viso

da , il

    Microdermoabrasione, il trattamento per ringiovanire il viso

    Il viso è fatto di tanti piccoli dettagli che rendono l’espressione interessante. Può essere un volto bellissimo, ma senza anima. Per questo bisogna stare attenti alla chirurgia plastica, talvolta per togliere un difetto si causano danni ancora maggiori. La microdermoabrasione è una diffusa tecnica estetica per ringiovanire la pelle, induce dei cambiamenti nella struttura della pelle simili a quelli della guarigione dalle ferite. In questo modo riequilibra i segni del tempo, alcune volte eccessivi, in modo naturale, dando di nuovo un aspetto giovane.

    Lo hanno scoperto i ricercatori della University of Michigan, Ann Arbor (Stati Uniti), che hanno pubblicato uno studio sugli Archives of Dermatology. Si effettua senza anestesia e attenua o cancella (a seconda della profondità dei solchi) le piccole rughe, restituendo alla pelle luminosità e morbidezza.

    La microdermoabrasione agisce soltanto in superficie, il trattamento deve essere ripetuto periodicamente, diversamente da quanto accade con la dermoabrasione. Questa è una vera e propria procedura chirurgica, comporta anche l’anestesia locale e che comporta l’abrasione meccanica degli strati superficiali della pelle con una minuscola fresa abrasiva con una punta di diamante; nei casi di microabrasione si usa invece un apparecchio a polvere di alluminio.

    La pelle si è attivata come se fosse stata ferita, stimolando la produzione dei anticorpi, molecole strutturali, e anche collagene”, ha detto Karimpour. “Questi cambiamenti non si sono osservati con metodi meno aggressivi. La microdermoabrasione aggressiva potrebbe essere un modo efficace per stimolare la produzione di collagene, utile a fini estetici di ringiovanimento della pelle”, ha concluso.