Massaggio viso, i segreti della riflessologia

Massaggiare il viso utilizzando i principi della digitopressione per aiutare il corpo a stare meglio e in salute

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 16 novembre 2010

Massaggio viso, i segreti della riflessologia

Un massaggio al viso per eliminare lo stress da tutto il corpo. È sempre più diffusa la riflessologia soprattutto nel Regno Unito, che ha scoperto questa tecnica per ritrovare benessere ed equilibrio. Sono oltre 35 mila gli inglesi che esercitano la pratica di rilassamento basate sulle indicazioni dell’antica medicina cinese. Ogni punto della faccia, così come per i piedi, corrisponde a un punto del nostro fisico ed una zona è talmente ricca di nervi e vasi sanguigni che premendo si va a influenzare le aree dolenti o più tese. Si chiama anche digitopressione.

Nikke Ariff, un riflessologo che opera a Londra, ha raccontato: “Il cervello è la cabina di regia del corpo e il viso è la zone più vicina”. Il metodo prevede la stimolazione negli stessi punti di intervento dell’agopuntura, ma al posto degli spilli si usano le punte delle dita, esercitando una lieve torsione del polso.

Non è un trattamento invasivo o doloroso, anzi. Per capire meglio le radici di questa pratica dobbiamo sapere che la medicina cinese identifica attraverso il corpo 12 meridiani attraverso i quali, secondo antiche credenze, dovrebbe fluire l’energia.

Utilizzare la digitopressione significa alleviare la tensione in quelle aree, che causano alcuni sintomi (dal dolore all’insonnia) identificati come squilibri di energia. Per esempio alcuni studi sulla sindrome da intestino irritabile hanno verificato la possibilità di una maggiore motilità intestinale. Inoltre, togliere stress e tensione significa anche rendere la pelle più bella, luminosa e distendere le rughe.