Massaggio emolinfatico per riattivare la circolazione

rilassarsi e cpombattere la cellulite con il massaggio emolinfatico. La stimolazione manuale agisce sul sistema linfatico, riattiva la circolazione e permette al corpo di sdrenare meglio i liquidi e di espellere le tossine. Inoltre, riattivare la cicolazione significa donare equilibrio al corpo.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 26 giugno 2009

Massaggio emolinfatico per riattivare la circolazione

Per combattere la cellulite, un ottimo metodo è sottoporsi a un ciclo di massaggi emo-linfatici, che aiutano a riattivare la circolazione linfatica aiutando il nostro corpo ad assorbire i liquidi in eccesso o a espellerli. Questo massaggio però, oltre ad avere delle capacità curative, ha potere rilassante.
Sappiamo bene che gli inestetismi cutanei non possono essere risolti solo con una crema perché spesso dipendono da cause più profonde: come una cattiva alimentazione, il fatto di non praticare sport e magari sottoporre la nostra pelle a stress quali alcol e fumo. E’ vero però che tutto può essere risolto con un lavoro costante e intenso.

Il massaggio emo-linfatico permette di riattivare la circolazione e di eliminare con più facilità le tossine. Le siete vittime di tensioni muscolari, magari passate molto tempo seduti alla scrivania o in macchina, quindi avete le spalle indolenzite o la schiena rigida, l’emo-linfatico aiuta molto. Infatti, vengono stimolati e sollecitati dei punti che favoriscono il rilassamento. Attivare il ricambio circolatorio e metabolico dei tessuti dona equilibrio e armonia al corpo.

Esistono diverse tecniche e verranno utilizzate a seconda della zona da trattare e dell’obiettivo che volete raggiungere. I massaggi per fare effetto devono essere costanti, non si può pensare che con un paio di sedute i vostri problemi siano risolti. Un massaggio dura in media dai 45 ai 60 minuti.