Mani belle e senza età? Oggi è possibile

Mani belle e senza età? Per scoprire le ultime novità della medicina estetica, parliamo con la dottoressa Stefania Bizzarri, che ci illustra come avere mani perfette con pochi semplici passi.

Pubblicato da Dottoressa Stefania Bizzarri Lunedì 13 aprile 2015

Mani belle e senza età? Oggi è possibile

Se pensate che per le mani invecchiate non ci sia rimedio e che i poteri della medicina estetica si esauriscano in un filler viso, probabilmente vi siete persi qualche passaggio interessante nell’evoluzione scientifica del settore. Oggi bastano pochi minuti nello studio medico e neanche gli sguardi più attenti e allenati riusciranno a decifrare l’età celata di una signora osservandole le mani.

I segni dell’invecchiamento

Con l’avanzare del tempo le mani iniziano a presentare una serie di segni che tradiscono inequivocabilmente gli anni in più. La pelle del dorso delle mani, già molto sottile, lo diventa ancora di più a causa della continua esposizione al sole e agli agenti esterni come detersivi e altre sostanze aggressive. Sulla superficie cutanea compaiono delle macchie scure e la pelle assottigliata e trasparente mostra tendini e vasi sanguigni. Allo stesso tempo il tessuto adiposo si ritira conferendo un aspetto scheletrico. Raramente ci si sofferma a pensare che le mani sono tra le zone più soggette ad invecchiamento a causa della loro continua esposizione all’esterno e della scarsa attenzione che poniamo nel proteggerle.

Filler ialuronici anche per le mani

Filler a base di acido ialuronico sono in grado di restituire volume al dorso della mano rendendolo liscio e convesso come tipicamente appare in età giovanile. Le molecole di acido ialuronico, grazie alla loro capacità di attirare e trattenere acqua, garantiscono una buona idratazione della pelle e le donano sofficità e consistenza. È fondamentale che a iniettare la sostanza sia un medico di comprovata esperienza: le mani sono molto vascolarizzate ed il rischio di toccare un capillare e romperlo è più levato che in altre zone. Io personalmente scelgo di utilizzare una micro-cannula, un ago senza punta che consente di evitare la traumatizzazione dei tessuti e riduce al minimo il fastidio per il paziente.

Combinare i trattamenti

Ci sono moltissimi altri trattamenti a disposizione del medico estetico oltre ai filler: per esempio laser, radiofrequenza o peeling specifici per le mani che levigano la pelle eliminando lo strato corneo (le cellule morte per intenderci), stimolando la produzione di nuove cellule e riducendo le macchie scure. Tra i trattamenti iniettivi, oltre al filler, c’è la biorivitalizzazione che prevede l’utilizzo di aminoacidi e vitamine per stimolare l’attività delle cellule e indurle a produrre le sostanze amiche della giovinezza come l’elastina. Tutti questi trattamenti si svolgono in ambulatorio e durano pochi minuti. Il medico saprà scegliere quale combinazione possa essere la migliore per ottenere il risultato che il paziente desidera e rendere le sue mani giovani e belle.

La giusta cura quotidiana

La bellezza delle mani comincia con poche buone regole da seguire ogni giorno: utilizzare un sapone neutro per la detersione, indossare i guanti per i lavori domestici, applicare una crema idratante e nutriente specifica. Un consiglio che spesso do alle mie pazienti è quello di non esagerare con creme a base di silicone. Una crema dalla consistenza più grassa non implica un maggiore potere idratante, anzi: spesso le creme grasse creano un film che non consente la penetrazione dei nutrienti. Per mani particolarmente disidratate è una buona scelta la glicerina, sostanza dal forte potere idratante.