Make up, le polveri minerali per il trucco

da , il

    Per me sono una vera scoperta. Sono allergica a tutto (faccio prima a dire a cosa non lo sono) e l’idea di poter utilizzare dei prodotti minerali mi rincuora perché non fanno male alla pelle e si riesce spesso a ottenere un effetto curativo.

    Il make up minerale sta arrivando anche in Italia, ma negli States e in Francia hanno sostituito i cosmetici chimici da tempo. Sono state inventate nel 1976 da Barescentuals, ma il successo è solo dell’ultimo periodo.

    Ciò che li rende ottimi sono le proprietà: completamente anallergici, non occludono i pori, dalla texture super naturale ma di lunghissima durata e di eccezionale tenuta. Inoltre, sono prodotti con pietre pure polverizzate senza additivi, coloranti, olii o agenti chimici di sorta. Possiamo poi scegliere quelli più adatti a noi e alla nostra pelle: quelli a base di ossido di zinco sono ideali per la spiaggia perché proteggono dal sole, quelli con il titanio sono lenitivo.

    Per applicarli bisogna imparare a usare bene i pennelli (kabuki), che vanno scelti con cura. Quello per il fondotinta (tanto per avere un’idea) deve avere manico corto (quasi inesistente) e pelo ad alta densità, per garantire una stesura uniforme del prodotto.