Make up: i vari stili per gli occhi dalle passerelle

Spesso però, non abbiamo molte idee su come trucarci e quindi non possiamo far altro che prendere spunto da ciò che “dall’alto” ci viene proposto, ossia la moda delle passerelle.

Pubblicato da AnnaMarchese Lunedì 26 aprile 2010

Siamo ormai abituate a vedere gli occhi colorati nelle maniere dalle più semplici a quelle più eccentriche, dalle più raffinate a quelle molto trasgressive, insomma possiamo ben dire che il make up rispecchi un po’ il nostro modo di essere e soprattutto il nostro umore. Infatti spesso, anche inconsciamente, ci capita di usare toni molto scuri, come il nero o il viola quando siamo un po’ di cattivo umore piuttosto che un arancio-verde se, al contrario, è la nostra giornata si, in altri casi è proprio il momento trucco a mettere il buon umore. In ogni caso, spesso però, non abbiamo molte idee e quindi non possiamo far altro che prendere spunto da ciò che “dall’alto” ci viene proposto, ossia la moda delle passerelle.
Sul catwalk c’è chi preferisce usare matite e che eye liner, chi colora l’interno chi solo la palpebra superiore, ma uno dei must intramontabili, diffusosi nell’epoca delle pin up, è la lunga linea di eye-liner nero, che è sempre il modo più semplice ed elegante di truccarsi.

Come proposto invece da stiliste come Donna Karan, viene colorata la palpebra mobile con una matita bianca molto marcata su un viso bronzeo. Dalla passerella Von Furstenberg uno stile molto “indigeno” con un trucco molto limite, con un semplice tocco di ombretto in crema sulla palpebra superiore ed inferiore, senza particolari accorgimenti e rifiniture.

C’è chi invece, soprattutto per le donne asiatiche, preferisce marcare la parte inferiore con delle matite colorate dai colori molto accessi come l’azzurro perlato, il verde o il rosa shocking. Gli stili un po’ più drammatici, invece, sono sempre presenti e vengono caratterizzati da matite e ombretti neri sfumati in stile “trucco sciolto”.