Layering, cos’è il metodo orientale della pulizia del viso

Avete mai sentito parlare di layering? Si tratta di un rituale di bellezza orientale per una pulizia del viso perfetto. Scopriamo in cosa consiste e quali sono i sette passaggi per replicarla a casa.

Pubblicato da Camilla Andrianopoli Mercoledì 24 agosto 2016

Layering, cos’è il metodo orientale della pulizia del viso

Sognate una pelle liscia, vellutata e uniforme? Perché non provate il layering, la pulizia del viso che arriva direttamente dai paesi orientali e sta ottenendo uno straordinario successo tra le tendenze cosmetiche. Il nome layer, che significa “strato”, ci offre già qualche suggerimento per capire in cosa consiste questa forma di beauty skin care: si tratta infatti in una sequenza di applicazione, con costanza e precisione, di prodotti specifici che aiutano ad idratare la pelle e a prepararla al meglio per il make up. Scopriamo allora i segreti e i passaggi del layering per effettuare così una pulizia del viso perfetta.

Layering: cosa è?

Il layering è un rituale di bellezza orientale che arriva direttamente dal Giappone, dove routine skincare e cosmesi hanno il sopravvento, e consiste nell’applicazione di prodotti specifici in ben sette fasi per permettere alla nostre pelle di ricevere la giusta idratazione e il corretto nutrimento prima di procedere con il make up e di ottenere sempre una perfetta detersione. Se già vi prendete cura nella vostra beauty routine quotidiana alternando anche una pulizia del viso fai da te, prendete spunto dalle donne orientali che sono infatti il ritratto della salute cutanea perché si presentano spesso con pelle liscia, vellutata e con un incarnato uniforme. Per replicare la pulizia del viso made in Giappone ecco allora le sette fasi del layering con i prodotti e le applicazioni necessarie.

I primi tre step del layering: la detersione

I primi tre step del layering consistono nella detersione: per pulire a fondo la pelle e rimuovere ogni residuo di trucco dovrete utilizzare un olio demaquillant. Vincete quindi perplessità e timori e provate ad utilizzare un olio naturale come quello di oliva o di mandorla o di argan. Dopo averlo applicato su tutto il viso risciacquate con abbondante acqua e passate al secondo step del layering ossia la detersione con un sapone liquido neutro e delicato come per esempio quelli a base di tea tree, calendula, bardana, alloro o lavanda per rimuovere tutti i residui di olio. Il terzo step del layering coincide invece con l’applicazione del terzo prodotto, ossia il tonico, un prodotto davvero prezioso per la beauty routine. La lozione deve essere possibilmente senza alcool e molto delicato proprio come quelli naturali a partire dall’acqua di rose da applicare con un dischetto di cotone picchiettando su tutta la superficie del viso.

Dal quarto al settimo step: nutrimento e idratazione

Procediamo con le altre fasi del layering che, dopo una corretta detersione, prevedono nutrimento e idratazione sia sul viso che più specificatamente su contorno occhi e labbra. Il quarto step consiste infatti nell‘applicazione del siero che andrà scelto con cura e in base alle proprie esigenze: antirughe, anti macchie, riparatorio sono solo alcune delle possibilità che potrete utilizzare. Applicatelo con piccoli movimenti circolari su tutto il viso anche sul collo. Il quinto step prevede invece la cura per il contorno occhi: sceglietelo in base al vostro tipo di pelle e alle vostre esigenze ma è molto importante che si presenti con una texture leggera e nutriente che dovrete applicare picchiettandolo delicatamente ad un centimetro di distanza dalle ciglia così poi andrà ad agire sulle piccole rughe, sulle borse e sulle occhiaie senza irritare gli occhi. Il sesto step consiste poi nella crema idratante per il viso che sia leggera ma nutriente. Utilizzate la vostra crema che usate abitualmente e con cui vi trovate bene. Un unico accorgimento: per la crema da giorno sceglietene una che contenga filtri protettivi (Spf almeno 30) per proteggere la pelle dal sole e dagli agenti esterni. Per concludere il layering ecco il settimo step: l’idratazione delle labbra con l’applicazione di un balsamo delicato utile per prepararle alla sera al riposo notturno e alla mattina per il trucco.