La cura dei capelli: l’uso del balsamo

da , il

    Uno dei gestiti quotidiani per la cura dei nostri capelli dovrebbe essere il balsamo. Molte di noi non lo usano nemmeno: i capelli si sporcano, diventano pesanti. Non è vero, dobbiamo solo scegliere quello adatto alla nostra chioma e applicarlo dopo ogni shampoo.

    Lavare i capelli e basta, non è sufficiente. Per difenderli da smog, inquinamento, la durezza dell’acqua ma anche dal getto di aria calda del phon, bisogna utilizzare il balsamo che crea un sorta di filtro protettivo, rendendoli luminosi e brillanti.

    Non è vero che i capelli sottili o quelli grassi devono evitarlo, ci sono dei prodotti adatti anche a loro. Alcuni balsami sono curativi e in caso di unto aiutano a tenere sottocontrollo la produzione di sebo. Con questo problema è meglio preferire la versione spray, vaporizzata è più facile da risciacquare (sempre in tanta acqua). Il motivo per cui vi vedete il capello pesante, molte volte, non dipende dal prodotto ma dal vostro lavaggio, se non li risciacquate bene appariranno sporchi.

    Esito poi prodotti che non devo essere lavati, adatti soprattutto agli sportivi e a chi ha poco tempo. Non sono, invece, molto utili le formule 2 in 1. C’è una contraddizione di fondo: lo shampoo deve pulire e il balsamo ammorbidire la superficie già pulita, è meglio che i due passaggi siano fatti separatamente.