Ingrandimento labbra, oggi si può tornare indietro

L'ingrandimento delle labbra con il silicone ha fatto molte vittime, ma ora si può tornare indietro grazie a un intervento in day hospita

Pubblicato da Valentina Morosini Sabato 30 ottobre 2010

Ingrandimento labbra, oggi si può tornare indietro

Gonfiare le labbra con il silicone è una delle tecniche chirurgiche o cosmetiche più gettonate dalle donne, peccato che esattamente come succede per i seni, ci sono tante persone che dopo l’intervento si sono pentite. C’è anche da dire che l’effetto più diffuso è tutto tranne che naturale, pensiamo alla bellissima Nina Moric o a Loredana Lecciso. C’è però una buona notizia, oggi si può tornare indietro e riacquistare una bocca in armonia con il proprio viso. Questo almeno quello che sostiene Giulio Basoccu, chirurgo estetico, docente all’Università La Sapienza di Roma.

Tra le donne famose che hanno fatto outing Alba Parietti, che più volte ha dichiarato di essersi pentita di aver voluto dare maggiore volume alle labbra facendosi iniettare silicone. Spesso proporzioni del viso e desiderio non sono proprio compatibili e spetta al medico non assecondare tutti i desideri.

“Oggi con un semplice intervento di chirurgia estetica in day hospital – spiega l’esperto – siamo in grado di eliminare il silicone dalle labbra, inserito anche molti anni prima. Le tecniche di intervento si sono raffinate e la riuscita dell’operazione conta molto sulle capacità del chirurgo“.

Si tratta di un intervento molto delicato, che si effettua in anestesia locale con sedazione, ma che garantisce ottimi risultati. Si esegue un’incisione all’interno del labbro e si preleva il silicone inserito precedentemente. Ma si può eliminare anche un’altra sostanza molto usata per anni, simile al silicone, l’Aquamid.