I trattamenti e le creme al Tartufo

Le creme a base di tartufo sono una rivoluzione: ha capacità schiarenti ed è efficace come il botox e l'acido ialuronico. Il migliore è quello d'Alba, il più pregiato

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 28 settembre 2010

I trattamenti e le creme al Tartufo

Se penso al tartufo, immagino subito qualcosa di gusto e pregiato da mangiare. In realtà, sta diventando un prezioso alleato di bellezza, tanto che creme e trattamenti cosmetici di ‘tartufoterapia’ stanno rapidamente diffondendosi. Il magico tubero ha davvero delle qualità che i più non conoscono, qualcuno sostiene che abbia anche un effetto antidepressivo. Sappiamo bene che la bellezza non ha prezzo, infatti, alla base di una lussuosa crema schiarente e anti-macchia, c’è il tartufo più pregiato in assoluto: quello bianco delle Langhe. Il prodotto è stato realizzato da un’azienda italiana specializzata nella vinoterapia e cioccolatoterapia, la Ishi (gruppo Dafla).

Si tratta di un prodotto di lusso. Una crema costa poco meno di 100 euro, mentre i trattamenti variano da istituto a istituto. “Abbiamo in commercio un trattamento che viene fatto nei centri estetici e nei centri benessere. Ma ci sono anche trattamenti di uso quotidiano, in particolare un siero schiarente“, racconta Salute Davide Antichi del gruppo Dafla.

In Italia la Tartufoterapia è però debuttata qualche anno fa, oggi è semplicemente diventata famosa. Comunque una cosa è certa: il tartufo bianco, nero o estivo hanno eccellenti proprietà schiarenti (soprattutto nel bianco) capaci di rallentare il processo di colorazione della pelle, tipico dell’invecchiamento cutaneo o di reazioni foto indotte.

Pare, inoltre, che abbia un forte effetto lifting che non ha nulla da invidiare a botulino e acido ialuronico attribuito a diversi aminoacidi stimolanti, distensivi, nutrienti. Ma quali prodotti scegliere? C’è un po’ di tutto dalla maschera anti-aging a base di caviale di tartufo nero estivo, anice stellato, cardamomo e coriandolo al siero schiarente con trionfo di tartufo d’Alba, ovuli e porcini in succo di limone.