Gambe gonfie e caviglie sottili, i consigli

le gambe gonfie e le caviglie appesantite sono un problema diffuso, soprattutto in estate con il caldo che mette a dura prova la circolazione. Si consigliano massaggi drenanti, percorsi termali, docce caldo-freddo localizzate e qualche esercizio da fare alla sera davanti alla tv.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 17 giugno 2009

Gambe gonfie e caviglie sottili, i consigli

Il caldo non ci dà tregua, la giornata corre veloce tra ufficio e impegni domestici. Solo la sera, una volta sdraiate sul divano, ci rendiamo conto di come sono appesantite le nostre gambe. Soprattutto le caviglie sono gonfie e spesso il polpaccio formicola.
La nostra circolazione ci sta chiedendo aiuto. Ci conviene ascoltarla, innanzitutto per una questione di benessere (curiamo le vene e la fragilità capillare) e poi mica vorrete andare al mare e mostrare delle gambe gonfie e indolenzite. Ci sono degli esercizi che possono aiutarci a migliorare lo stato delle tue caviglie.

La cosa migliore sarebbe qualche percorso di deambulazione nell’acqua, in assenza di gravità riusciamo a muoverci meglio e l’acqua regala un massaggio costante e delicato nelle zone deboli. Non tutte possono permettersi delle pause così lunghe o non hanno centri termali e piscine nelle vicinanze. In questo caso, tutte le sere, magari proprio quando siete davanti alla tv, imponetevi questi movimenti:

1)Rinforzare il quadricipite. Da sedute (schiena dritta), sollevate la gamba e flette la coscia sul bacino. Fate 3 serie da 10 per ogni gamba.
2)Sempre da sedute, con la gamba sollevata. Ruotate la caviglia con movimento orario e poi antiorario. Cercate di creare dei piccoli cerchi.
3)Alzatevi. Tenete i piedi ben saldi a terra e sollevate i talloni.
4)Fate scivolare una gamba dietro e distendete i polpacci.
Un’altra cosa molto utile è aiutarvi con la doccia. Magari seduti sul bordo della vasca alternate getti caldi a freddi sulle vostre gambe. Dopo un bel massaggio con una crema rilassante.