Fondotinta: scegli tipologia e tonalità in base al tuo tipo di pelle

Va di moda la pelle color pesca, curata, uniforme e perfetta. Via libera dunque al fondotinta in tutte le sue forme. Lo preferite in formato fluido o in polvere? Cambia solo l'applicazione.

Pubblicato da Simona Redana Venerdì 8 ottobre 2010

Fondotinta: scegli tipologia e tonalità in base al tuo tipo di pelle

Un colorito perfetto, una pelle che ricorda la morbidezza e la setosità della pesca, questo inverno va di moda il look naturale e fresco che richiede una pelle levigata e un incarnato luminoso. Sulle passerelle hanno sfilato modelle con incarnati puliti e lucenti color alabastro vivacizzati da un tocco di rosso sulle guance. Un look che si ottiene utilizzando con intelligenza il make up e in particolare il prodotto più importante per uniformare l’incarnato: il fondotinta. E oggi come oggi il fondotinta non serve solo a nascondere: è spesso un vero e proprio trattamento di bellezza.
Non è facile scegliere il fondotinta giusto, anche perché l’offerta è davvero molto ampia. Per fortuna i fondotinta di nuova generazione sono comunque adatti anche alle pelli più sensibili perché quasi sempre ipoallergenici e delicati, con texture leggere che, magari, contengono anche un filtro UV, minimizzano le rughe, distendono i tratti del viso, opacizzano la zona T, ecc.

Applicate sempre il fondotinta solo dopo aver realizzato una buona base trucco. Potete optare per un fondotinta in polvere o fluido, in entrambi i casi vi evitate l’effetto maschera e potete ottenere un risultato decisamente naturale. Quello che cambia è l’applicazione: il fondotinta fluido va distribuito su viso e collo con le dita, massaggiandolo come una crema partendo dal centro del viso e sfumando verso l’esterno; il fondotinta in polvere va steso aiutandosi con un pennello andando dal basso verso l’alto.