Cura dei capelli: tecniche per modellare i ricci

I vostri ricci sono flosci e dovete correre ai ripari. In questo post potete imapare di qualche tecnica per arricciare i capelli in modo semplice e veloce, insomma senza andare dal parrucchiere o quasi. Usare il ferro, i bisgodini e la permanente.

Pubblicato da Valentina Morosini Lunedì 13 luglio 2009

I ricci si sono spenti, i capelli sono increspati come il mare oppure siete stanche dei vostri spaghettini lisci. Dovete correre ai ripari. In questo post parleremo di qualche tecnica per arricciare i capelli in modo semplice e veloce, insomma senza andare dal parrucchiere o quasi.
Il metodo più veloce è il ferro. Avere presente quello strumento con forma cilindrica molto simile a una piastra su cui si arrotano i capelli. La comodità sta nel fatto che non c’è bisogno di lavare i capelli. In ogni momento della giornata lo attaccate a una presa e siete in grado di usarlo. Come per la piastra i capelli devono essere sempre ben asciutti. Potete creare onde di vario genere: a boccolo, stilizzate, leggermente mossi, ecc.

Poi ci sono i classici bigodini. Sta tornando molto di moda la piega cotonata con bigodini. Bisogna però saperli usare. Dividete la testa in ciocche, dando l’ora un orientamento. Dovete partire dall’alto, l’attaccatura alla fronte, per poi scendere fino alla nuca. I bigodini si montano su capelli bagnati e si lasciano asciugare così proprio per prendere la forma. Di solito non si usa il phon, ma il casco. Lasciate che la chioma si raffreddi, altrimenti il riccio tende a disfarsi. In estate potete anche non utilizzare nulla.

La permanente è il metodo più efficace, ma dovete andare dal parrucchiere. E’ utile non solo a chi ha i capelli lisci, ma anche a chi ha un riccio bruttino. Certo è un trattamento chimico, come la stiratura, e ai capelli non fa molto bene. Usate dei prodotti nutrienti per proteggerli.