Cura dei capelli: aumentare il volume con l’infoltimento

Chi ha capelli radi o sottili può pensare di infoltirli. Il procedimento è una via di mezzo tra le extension e il trapianto. I capelli vengono integrati, ovvero si vanno a inserire in quei punti dove c’è meno massa. L’effetto è totalmente naturale perché vengono scelti uno a uno per struttura e lunghezza identici ai nostri.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 15 luglio 2009

Chi ne ha pochi ne vorrebbe tanti, chi li ha lisci li vorrebbe ricci. Insomma non siamo mai contente dei nostri capelli. Però oggi con tutti i trucchi che ci sono non è difficile riuscire a realizzare i nostri desideri. Per esempio chi ha capelli radi o sottili può pensare di infoltirli. Vediamo come e perché.
I capelli fragili o molto fini sono deboli con gli anni si rischia di perderne troppi o di non riuscire a dare un aspetto sano alla propria chioma. Vanno curati con balsami e prodotti, ma non è detto che riusciate a ottenere grandi risultati. Esistono però diversi metodi d’infoltimento, per migliorare la pienezza di qualsiasi testa.

I pochi capelli dipendono da una predisposizione genetica, di solito è di famiglia, oppure può esserci un fattore di stress sia fisico sia ambientale (come lo smog). Inoltre con il passare degli anni si tende a perderne ulteriormente. E’ inutile pensare a una tinta, fareste peggio. Sottoporre i capelli, già debolucci, al colore vuol dire destabilizzarli ulteriormente. I capelli diradati invece possono dipendere anche da una gravidanza particolarmente pesante.

Con l’infoltimento i capelli vengono integrati, ovvero si vanno a inserire in quei punti dove c’è meno massa. L’effetto è totalmente naturale. E’ un lavoro lungo perché vengono scelti uno a uno e si deve anche selezionare quelli per struttura e lunghezza identici ai nostri. I capelli aumentano di volume, ritrovando lucentezza e vigore. E’ davvero impressionante il risultato che si ottiene. Per avere un’idea del procedimento pensiamo a una via di mezzo tra le extension e il trapianto.