Cura capelli, come trattare quelli sottili?

Curare i capelli sottili non è difficile, bisogna solo stare attenti alla scelta del colore e mantenere il taglio, riprendendolo periodicamente. Usate il phon per gonfiarli.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 3 settembre 2010

Come curare i capelli sottili? Prima di tutto non averli grossi non significa che siano trascurati o che abbiano bisogno di trattamenti particolari per rinvigorirsi. I capelli sottili hanno i loro pregi, intanto perché sono più facili da gestire. Lo so che non tengono la piega, che ogni acconciatura raccolta tende a cadere dopo poco, ma non è così grave. Potreste optare per un taglio moderno e trasgressivo. Vediamo come renderli un po’ più resistenti, partendo da un dato abbastanza scientifico: i capelli lisci e sottili spesso contengono troppa umidità. Questo spiega perché siano piatti e deboli. E’ importante tenere i capelli puliti e asciutti. La domanda ora è: come fare?

Prima cosa, spesso il capello liscio è anche grasso. Non è strettamente correlata, ma direi che è più facile che sia così. Un motivo è anche abbastanza elementare: è molto più semplice toccarsi di continuo i capelli se sono privi di ricci. A questo punto vi conviene farvi consigliare dal parrucchiere o in farmacia uno shampoo e un balsamo.

Il balsamo non va usato molto spesso. Solo una o due volte al mese, per non appesantire ulteriormente la chioma. Inoltre, quando lo applicate, passatelo soprattutto sulle punte, evitando di toccare la radice.

Dopo lo shampoo, asciugate bene i capelli. Lo strumento migliore è il phon, perché tende a gonfiare e regalarvi un po’ di volume. I vostri capelli, più di altri, hanno bisogno di non essere trascurati: ricordatevi di tagliarli periodicamente, per eliminare le doppie punte.