Crema viso, attenzione a quelle con filtro solare

I filtri solari delle creme idratanti non bastano a proteggere la pelle dai danni del sole. Ecco il perchè e come fare.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 21 gennaio 2011

Crema viso, attenzione a quelle con filtro solare

La crema viso non può mai mancare nel beauty di una signora, così come un buon filtro solare, perché sappiamo bene che i raggi possono essere dannosi sia in estate sia in inverno. Esistono tanti prodotti combinati ed estremamente comodi, come il fondotinta con protezione e le creme idratanti due in uno. Facciamo attenzione proprio a queste ultime, perché spesso promettono il falso. Uno studio, condotto Steven Wang del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York, ha verificato che spesso le creme contengono filtri solari in percentuali non efficaci per proteggere realmente la pelle.

La protezione contro i raggi Uva è importante perché, a differenza degli Uvb, sono presenti tutto l’anno e non vengono schermati dai vetri. Secondo gli esperti, il criterio per scegliere la crema giusta è la presenza degli ingredienti protettivi, tra i quali ossido di zinco e un mix di avobenzone e octocrylene. Tenete ben presente questa indicazione per i vostri acquisti.

Su molti prodotti c’è la scritta Spf (Sun Protection Factor), cioè la protezione da Uvb, in realtà nelle creme di uso quotidiano ciò che serve è il Ppd (Persistent Pigment Darkening), ovvero una protezione da Uva. Spiega la dermatologa Riccarda Serri: “Esistono infatti altri tipi di protezioni, non filtri ma fotoprotezioni attive legate all’uso di molecole antiradicali liberi come vitamina C, resveratrolo, Q10, acido lipoico”.

Tenete in considerazione anche queste sostanze, che proteggono diversamente dai filtri, ma riducono comunque i potenziali danni dei raggi. Poi, se acquistate, come suggerito all’inizio, prodotti di make up, come il fondotinta e la cipria, ricordate che il filtro Spf ad quotidiano è inutile: questo tipo di protezione non blocca gli Uva, i raggi ultravioletti lunghi, quelli presenti nella luce tutto l’anno. E responsabili dell’invecchiamento cutaneo.