Couperose, come proteggersi dal sole

da , il

    Guance e naso arrossato. Proprio come i bambini. Si chiama couperose e si manifesta con frequenza su alcuni tipi di pelle molto sensibili. Va curata con attenzione, soprattutto da sole e vento, affinché non si trasformi in una dermatosi nota come rosacea.

    La couperose può essere, infatti, considerata l’evoluzione di uno stato ripetuto d’infiammazione della pelle, in seguito ad uno stimolo esterno o interno. L’arrossamento del viso tende a scomparire sempre più lentamente permanendo per settimane, mesi, anni. E’ molto fastidiosa e ovviamente a livello estetico non è il massimo. Cerchiamo quindi di stare attente e curarci fin da subito.

    Bisogna cercare di avere un’alimentazione corretta e appropriata evitando alcolici o cibi che possano peggiorare la situazione (come il caffè). Utilizzate cibi che proteggano i capillari, come i mirtilli e i frutti di bosco e non adoperate cosmetici aggressivi.

    Per quanto riguarda l’esposizione al sole è importante usare un fattore di protezione molto alta (+50) per pelli sensibili a base di ossido di zinco. Mentre, la sera, dopo lo strucco, non sono male le creme con fattori antiossidanti e lenitive. Dopo una giornata di sole o di caldo, è ideale una maschera a base di aloe o di hamamelis, da risciacquare con acqua tiepida dopo 20-30 minuti.