Cosmetici falsi, come riconoscerli

Prodotti cosmetici falsi, un vero pericolo per la pelle perchè possono creare reazioni allergiche, arrossamenti, choc anafilattici. Si trovano nei supermercati di serie B o su internet, spesso provengono dalla Cina.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 11 agosto 2009

Essere belle e non spendere molto, è possibile. Basta comprare dei prodotti clinicamente testati con cifre contenute. Come quelli che si trovano nelle farmacie, nelle catene più o meno low cost tipo Kiko o Bottega Verde. Diffidate invece dai falsi.
Dentifrici, dopobarba, profumi, creme di imitazione sono in aumento. Le troviamo sulle bancarelle del mercato, negli scafali dei supermercati di seconda categoria, in spiaggia venduti da qualche ragazzo ambulante, su internet ecc. Costano poco, hanno colori accesi o profumi intensi e soprattutto contengono sostanze chimiche danno e per la pelle.

La contraffazione dei cosmetici, soprattutto di dentifrici e profumi ha ormai un peso rilevante: pensiamo che su 480 milioni di euro di mercato dei dentifrici in Italia 25 milioni sono frutto di prodotti contraffatti. Riconoscerli non è molto semplice. Intanto il prezzo, che poco che sia non è mai reale e poi, se sono così disonesti da non svenderlo, allo stiamo attente alla confezione. Spesso è uguale, ma nel caso dei profumi la fragranza è diversa.

Per i prodotti cosmetici falsi non è mai morto nessuno, perché non s’ingeriscono, ma rimane sempre l’incognita di come questi prodotti siano stati preparati e confezionati, quindi un certo rischio c’è. E se vogliamo evitare reazioni allergiche, arrossamenti, choc anafilattici stiamone alla larga.

;