Come scegliere il cappello in base all’hairstyle, consigli pratici [FOTO]

Consigli pratici su come scegliere il cappello in base all'hairstyle: dal borsalino al berretto.

Pubblicato da Giulia Gorgazzi Martedì 11 febbraio 2014

Come scegliere il cappello in base all’hairstyle, consigli pratici. Sarà per gli antichi retaggi culturali che lo ponevano come un capo obbligatorio, noi donne siamo istintivamente attratte dal cappello. Ma da quando ha visto scemare la sua popolarità, questo accessorio è stato relegato nei guardaroba delle donne capaci di indossarlo. Che ci vorrà mai? Direte voi. Ebbene, come sempre, ci vuole stile. Il primo passo è non avere paura che il cappello rovini l’acconciatura, ma trovare un modo per farli convivere armoniosamente. Il secondo passo è indossare un cappello adatto al vostro viso e al vostro taglio di capelli. Con un classico borsalino, per esempio, è perfetto un caschetto liscio con frangia, mentre con il berretto in lana grossa, stanno bene capelli naturali, un po’ hippie.

Hairstyle e cappelli

cappello lana

Il cappello è un modo di essere. O no? Forse non c’è nulla di innato nell’arte di indossare il cappello e dovete solo fare pratica. Allora da chi andare a lezione se non dalla regina dei cappelli, o meglio duchessa, Kate Middleton? Credete forse che quando sognava di sposare il principe, immaginasse anche quei ridicoli cappellini? Certo che no. Anche lei ha dovuto imparare. Dalla sua ha sicuramente una grande determinazione e… gloriosi capelli lunghi! Anche se non avete la chioma perfetta della Duchessa di Cambridge, potete indossare il cappello con successo, anche perché gli accessori vanno molto. Il cappello a tesa larga, che conferisce un aspetto da diva, sta bene con una chioma riccia e vaporosa, liscia alle radici per evitare l’effetto schiacciamento. Con la cloche dovete ricreare un look anni anni 30 con hairstyle medio-corto a onde. Sotto il famoso borsalino è molto chic il caschetto pari con la frangia anni 40. Tra i cappelli più apprezzati d’inverno, ci sono poi il beanie e il cappello di lana grossa. Il primo dona a capelli lunghi e lisci, mentre il secondo è perfetto con capelli mossi e naturali dall’anima hippie. Attente però al fenomeno dell’arruffamento. Ideale per le freddolose, il colbacco si adatta a un look in stile russo con capelli biondi e lisci raccolti in una coda di cavallo bassa. I cappelli estivi a tesa larga e il panama stanno bene ai tagli di capelli lunghi o medi, ma anche raccolti, se volete ricreare un look anni 60 alla Audrey Hepburn.

Come mantenere l’hairstyle indossando il cappello

Paris Hiltons Kentucky Derby Hat Haircut

Una volta trovato il cappello adatto, come si fa a non distruggere l’hairstyle? Il pericolo che si corre portando il cappello è schiacciare la chioma esercitando troppa pressione sulle radici. Per evitare questo problema, se avete capelli medio lunghi e ondulati, potete fare una una riga in mezzo e due code laterali attorcigliate stesse da mettere sotto il cappello. In questo modo non si andrà a esercitare un’eccessiva pressione sulle radici. Su una capigliatura liscia, prima di infilare il cappello, vi consigliamo di dare una pettinata con le dita intorno alla nuca dall’alto verso sinistra in basso e poi dal basso dietro verso l’alto a destra. Inoltre non mettete mai ciocche dietro le orecchie. Su una chioma riccia, prima di indossare il cappello, applicate un prodotto modellante ed elasticizzante e spostate l’acconciatura da un lato in modo da permettere al riccio di mantenere volume e definizione. Sui tagli corti o e sulle acconciature lisce e tirate con chignon molto alto, potete appoggiare semplicemente il cappello. Se quando lo toglierete, farete attenzione a spostarlo verso l’alto, hairstyle rimarrà impeccabile.