Come curare i capelli disidratati?

I capelli disidratati vanno curati con molta attenzione. Non si può esagerare con salsedine e sole, oppure rischiate di trovarvi una stoppa ingestibile. Preferite prodotti uva e una dieta curata per proteggerli

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 4 luglio 2010

Come curare i capelli disidratati?

Capelli disidratati? Capisco il problema e dovete assolutamente fare qualcosa per risolverlo perché in estate può solo che peggiorare. Come fare? Bisogna agire su più fronti: ci vogliono prodotti specifici, una dieta equilibrata e bere almeno due litri d’acqua. Manifestarsi come secchi e stopposi è un modo per dirvi: ci hai trascurati, siamo stressati devi fare qualcosa. Ascoltate questa vocina se volete peggiorare il problema. Tenete conto che poi in estate a questa situazione si aggiunge il problema del mare o piscina, degli ultravioletti più aggressivi, della salsedine e del cloro.
La prima cosa da fare è adottare una routine cosmetica con prodotti che aiutino a mantenere forza, vigore e lucentezza extra. Prima cosa, per evitare decolorazioni pesante, scegliete una tinta scura, affinché si schiarisca in modo decente o dopo una settimana di mare avrete i capelli color paglia.

Applicare, anche in città, sulle lunghezze del capello un prodotto anti-UV, con siliconi e aminoacidi che formano una guaina oleosa e morbida, antiossidante e protettiva di colore e luminosità. Anche nella scelta dello shampoo state attente e preferite prodotti protettivi, magari ricchi di olio di jojoba o germe di grano.

Infine, state attenti alla dieta, bevete molto e mangiate tanta frutta e verdura di stagione. Due o tre volte la settimana privilegiare il pesce, soprattutto quello ricco di acidi grassi Omega 3. Se volete fate un impacco di olio, una volta al mese.

Foto tratta da stile.it