Colore capelli: come scegliere quello che più vi dona

Per cambiare colore ai propri capelli serve un pizzico di attenzione. La tinta andrebbe infatti scelta in base alla nostra carnagione e al colore degli occhi.

Pubblicato da Simona Redana Mercoledì 30 giugno 2010

Ogni tanto abbiamo voglia di cambiare. E dato che il chirurgo plastico se lo possono permettere in poche, molte donne si limitano ad andare dal parrucchiere. Certo, a volte c’è proprio bisogno di dare un taglio netto con il passato, e in questi casi si fa lo stesso anche con i capelli. Avete notato che spesso i più drastici cambiamenti in testa corrispondono a grandi svolte nella nostra vita, come un nuovo amore o una rottura?
Ci sono però anche dei momenti in cui desideriamo una metamorfosi un po’ più soft, e in quel caso cambiare colore alla propria chioma è l’ideale. L’importante è farlo in modo consapevole e intelligente. Il colore dei capelli andrebbe scelto in base alla nostra carnagione e al colore dei nostri occhi.
Il nero corvino è un colore dal fascino esotico, ma è adatto solo a carnagioni e occhi mediterranei (pelle olivastra o ambrata e occhi scuri) o il contrasto rischia di diventare troppo forte e di conseguenza il colore risulterebbe finto. Stesso discorso vale per colori decisamente meno “naturali” ma adatti a chi non vuole passare inosservata, come i viola e i blu.

Il castano scuro è già più “accessibile” come colore, ma sta meglio alle carnagioni ambrate o rosee con occhi scuri. Il castano e il castano chiaro si addicono alle carnagioni olivastre, ma rischiarato da qualche colpo di sole si addice anche alle pelli più chiare.

Il rosso in tutte le sue gradazioni è un colore che ha attirato quasi tutte, almeno una volta nella vita. Perfetto con gli occhi chiari, incornicia divinamente il viso di chi può vantare un bel paio di occhi verdi. In questo caso la carnagione dev’essere rosea ma non troppo pallida, o il rosso tenderà a rendervi ai limiti del cadaverico…

Poche italiane sono bionde naturali, ma quasi la metà di noi vanta una chioma da vichinga. Farsi bionda è spesso una decisione drastica ma dà anche molte soddisfazioni. Certo, schiarirsi i capelli fino ad ottenere un biondo che sembri naturale è una vera e propria impresa, per questo è consigliabile rivolgersi ad un parrucchiere ed evitare di fare pasticci con il fai-da-te. Anche in questo caso però bisognerebbe pensarci due volte prima di diventare delle novelle Barbie: il biondo scuro (chiamato anche Bronde, il colore dell’estate 2010)si addice a carnagioni chiare e occhi scuri, il platino prentende pelle e occhi chiari. Beh, a meno che non vi importi un fico secco che si capisca che siete tinte…

Non dimenticate che il colore va abbinato anche al taglio!