Chirurgia estetica, per il viso esistono 30 ritocchi diversi

Essere belle può costare molta fatica, soprattutto quando si scelgono interventi rischiosi. Ecco tutti i trattamenti a disposzione delle signore per stendere le rughe nel migliore dei modi, quello più adatto.

Pubblicato da Valentina Morosini Venerdì 30 luglio 2010

Per essere belle bisogna soffrire, allora è importante conoscere i ritocchi del viso. Sono tanti e tutti diversi tra loro. Avere un’idea di come intervenire per risolvere le imperfezioni del volto è anche un modo per tutelare la nostra salute ed essere più consapevoli dei rischi. Cerchiamo di avere un quadro più definito di come la chirurgia possa cambiare la nostra vita: il 70% del nostro corpo può essere modificato. Una percentuale altissima, perché vuol dire che potremmo intervenire fino a cambiare totalmente il nostro aspetto. Solo sul viso è possibile fare 30 diversi ritocchi. A sostenerlo è Sabrina Casale, chirurgo plastico e medico estetico romano.
Si può, infatti, intervenire chirurgicamente con il classico lifting, ma anche con quello ‘mini’ cosiddetto ‘della pausa pranzo’ perché si fa in anestesia locale e richiede poco tempo. Solo questa tecnica la si può impiegare in otto zone del viso diverse. Poi c’è la blefaroplastica per le palpebre superiori o per le borse sotto gli occhi.

Magari le conoscete meno, ma esistono anche la cantoplastica per correggere il cosiddetto ‘occhio a palla’, passando per naso e orecchie a sventola (rinoplastica e otoplastica) fino all’ormai famosissimo botulino per la fronte e le pieghe naso-geniene.

Non è tutto. Conoscete la ‘smart-lipo‘? è una lipolisi per il doppio mento o per la mandibola. Tra i ritocchi del viso si intende anche il trapianto dei capelli, in questo caso i principali pazienti sono di sesso maschile. Ora avete già un’idea più chiara di come in medicina esistano tanti tipi diversi di operazioni. Non peccate di ingenuità: un lifting non è uguale all’altro.