Chirurgia estetica, le regole per avere un décolleté generoso

Per avere un bel seno nuovo bisogna seguire i consigli dell'esperto non solo per la dimensione, ma anche per la scelta delle protesi

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 13 aprile 2011

Chirurgia estetica, le regole per avere un décolleté generoso

La chirurgia estetica in questi anni ha regalato décolleté molto belli, ma alcuni davvero esagerati, quasi deformanti. Esistono delle regole per scegliere come modificare il proprio seno e la prima è affidarsi a un professionista serio e capace. A sostenere questa tesi è la Società italiana di chirurgia plastica ed estetica (Sicpre). Ma vediamo qualche dettaglio in più, considerando che la mastoplastica, in Italia, rappresenta il 16% dei ritocchi, contro il 39% degli Usa.

Oltre alla scelta del professionista, è bene fare attenzione anche alle protesi: il prodotto giusto garantisce un risultato migliore e più conforme alle aspettative della paziente e può anche ridurre l’incidenza di contrattura capsulare, una delle complicanze principali in questo tipo di intervento.

Patrizia Gilardino, chirurgo plastico socio Sicpre, spiega: “Devono essere di qualità garantita, in poliuretano o con superficie testurizzata, da preferire rispetto a quelle lisce. Alle pazienti con una mammella piccola, con una prima o seconda misura scarsa, le protesi devono essere posizionate in sede sottomuscolare, altrimenti in poco tempo si potrebbero vedere i bordi delle protesi e spiacevoli ‘arricciature’ al centro del décolleté”.

Insomma, come avete capito non è una materia semplice e non dovete fermarvi a chi cerca di banalizzare la questione. Non è solo un fatto estetico, ma di salute. Inoltre, dopo l’intervento sono necessari 30 giorni di riposo, evitando sforzi, sport e indossando un reggiseno contenitivo.

;