Chirurgia estetica, in spiaggia meglio naturali o rifatte?

Ormai le spiagge sono divise in due squadre: rifatte e naturali. Un trend destinato ad aumentare nei prossimi 10 anni. Il problema resta l'amonia delle forme o si rischia l'effetto bambola di silicone.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 6 giugno 2010

Chirurgia estetica, in spiaggia meglio naturali o rifatte?

La vera sfida in spiaggia del 2010 sarà fatta tra due squadre: naturali o rifatte? Il primo solo ha acceso i riflettori su una realtà che in inverno resta un po’ meno evidente. Ci sono signore che sono ricorse al bisturi per rifarsi il seno, elemento che si nota di più, per sistemare gli zigomi o magari per gonfiare le labbra. Purtroppo sdraiate sul lettino le barriere di abiti e trucco vengono a meno ed è più difficile nascondere qualche segreto. Poi ci sono le donne naturali, con la loro cellulite, il seno che cambia forma da in piedi o sdraiate e i difetti che può avere una persona naturale.
Se ne parla in questi giorni a Roma, durante il convegno ‘La Bellezza tra consumo e comunicazione’ e a lanciare l’allarme sono stati Pierpaolo Persichetti, primario di chirurgia estetica e ricostruttiva dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, e il collega della Sapienza Nicolò Scuderi. “Tra 10 anni la situazione è destinata a peggiorare: la tendenza ormai è quella di cercare l’artificio come forma per distinguersi. Con un effetto ‘caricatura’ in agguato”, sostengono.

Insomma se mentre vi mettete la crema, notate accanto a voi una bambolona, sappiate che è la norma. Subentra, oltre a un problema estetico, anche un problema culturale: non si è più attenti all’evoluzione filosofica e personale di sé, quanto all’apparire fine a se stesso, dal momento che l’aspetto esteriore nel mondo di oggi può essere motivo di crescita sociale.

Ma tra qualche anno queste protesi che fine faranno? Le signore al silicone saranno ancora delle bambolone vecchie. Non ci resta che attendere quel modello, ma credo che l’effetto sia un po’ quello del tatuaggio, almeno per le esagerazioni. Chi avrà usato la chirurgia solo per correggere un difetto, tra l’altro intervenendo in modo equilibrato non avrà problemi. Ciò che conta è l’armonia.

Foto tratte da imageshack.us