Chirurgia estetica, boom di ritocchi per le signore con più di 40 anni

da , il

    Chirurgia estetica, boom di ritocchi per le signore con più di 40 anni

    La chirurgia estetica sta vivendo una stagione davvero molto felice. Le persone desiderano essere belle e correggere anche i difetti più piccoli. Se questa scelta è vissuta con calma e in modo sano, può essere una decisione utile per accettarsi fisicamente. A farsi sedurre di più dalla voglia di ritocco sono le donne tra i 45 e i 55 anni. E quando il portafogli è vuoto non si arrendono, vanno in banca e “scelgono la strada del finanziamento”. Proprio così. Purtroppo in questi anni di crisi economica non è semplice avere la sicurezza del lavoro e finanze da destinare solo a piccoli piaceri, come questi.

    A 40 anni le donne sentono il desiderio di rinascere. La maggior parte è sposata e ha avuto un figlio. Dopo anni di routine e di relazioni stabili, c’è la necessità di piacere di nuovo al partner, di essere notate non come madri o mogli, ma come femmine.

    “C’è chi punta sul seno e chiede una mastoplastica additiva per recuperare il volume della mammella svuotata dopo l’allattamento per due figli. Poi c’è chi punta su glutei, ginocchia e addome, chiedendo un intervento di liposuzione per eliminare gli accumuli di grasso e per ritornare ad avere un corpo sinuoso, chi punta tutto sul viso con interventi di resurfacing, mini-lifting, trattamenti alle piastrine, rivitalizzanti e botulino“, racconta Giulio Basoccu, primario del Reparto di chirurgia plastica, estetica e ricostruttiva dell’Istituto neurotraumatologico italiano (Ini) di Roma.

    La chirurgia regala una seconda vita. Ora è il momento delle raccomandazioni: evitate di stravolgere il vostro corpo e recatevi sempre da medici specializzati. Non si scherza con la bellezza, ma soprattutto non bisogna scherzare con la salute.