Ceretta per gambe lisce e vellutate

Dobbiamo rassegnarci: se volgiamo avere gambe lisce e vellutate per almeno due o tre settimane, l'unica soluzione è dire addio a rasoio e lametta e convertirsi alla ceretta.

Pubblicato da Francesca Bottini Mercoledì 15 aprile 2009

Dobbiamo rassegnarci: se vogliamo avere gambe lisce e vellutate per almeno due o tre settimane, l’unica soluzione è dire addio a rasoio e lametta e convertirsi alla ceretta.

Le prime volte fa male, ma vi assicuro che per le parti meno sensibili, come le gambe, dopo un po’ ci si abitua. Ovviamente dipende da donna a donna ma certamente uno strappo sulla gamba non ha lo stesso effetto di una ceretta brasiliana!

Cominciamo analizzando le varie tipologie di cerette:

Ceretta a caldo: è un composto denso a base di resine che è sciolta a bagno-maria e poi spalmata sulle gambe in direzione del pelo; è quindi strappata con apposite strisce in direzione opposta alla crescita del pelo.

Ceretta a freddo: si tratta di strisce sono già pronte che si riscaldano con le mani, finchè la cera non si ammorbidisce un po’. Sempre da strappare direzione opposta a quella del pelo.

Personalmente non ho dubbi: molto più efficace la ceretta a caldo. Per le più inesperte poi consiglio vivamente di evitare il fai da te ma rivolgersi ad un’estetista.

Dopo la depilazione inoltre vi sarà applicata una crema specifica contro i rossori e le infezioni del follicolo.

Attenzione poi se avete problemi di circolazione o di capillari in evidenza; la ceretta molto spesso può peggiorare il problema.