Capelli: la moda bombata e cotonata

Sulle passerelle per il prosimo autunno abbiamo visto nuove acconciaure e nuove tendenze. Tutte le migliori griffe hanno preferito cotonare e bombare i capelli delle modelle, piuttosto che usare delle acconciature troppo pettinate.

Pubblicato da AnnaMarchese Mercoledì 17 marzo 2010

Le passerelle per il prossimo autunno-inverno hanno visto sfilare nuove tendenze in materia di capelli. Hanno, infatti, padroneggiato le capigliature ultra cotonate ed estremamente bombate. Inoltre vediamo il ritorno delle pettinature multi-sfaccettate, e meno rigore nelle code di cavallo e negli chigon. Di fatti le modelle per la prossima stagione hanno sfilato con code lunghe, cotonate e arricchite da ondulazioni, piuttosto che un semplice codino, ritenuto un po’ troppo “severo”, oppure con enormi chignon bombati fino all’estremo. Il defilé di Rochas vede come protagonista la pettinatura mista, piega dritta e liscia per la parte di capelli vicino al viso, e chioma bombata e cotonata per i restanti.
Rick Owens, invece, ha acconciato le sue modelle in stile hyper-space, fronte scoperta e capelli pettinati ad arte dalla radice e lasciati cadere come una grande cascate sulle spalle. Spettinata e disordinata la coda di cavallo, molto bassa, di Michael Kors che dà un aspetto trasandato e un po’ “maschio”, come del resto è stata tutta la sfilata dello stilista americano.

Coda anche per Victor & Rolf, che in questo caso però è più alta, ben stretta sulla testa, ma che è ben mossa è gonfia sulla coda. Chigon in stile Amy Whinehouse per la sfilata di Vera Wang che ha creato una variante della pettinatura della cantante rendendola meno fissata e pettinata, dando un tono un po’ più sciolto.

Karl Lagerfeld ha reinterpretato il tupè di MariaAntonietta volumizzandolo, mentre Dior, Galliano e Chanel hanno particolarizzato, in tre modi differenti il taglio corto. La maison francese di Coco ha preferito cotonare e spettinare il caschetto scoprendo la fronte, Galliano e Chanel, invece, lo hanno ondulato e hanno ampliato il volume al massimo.