Blush Benefit, voi quale scegliete?

Sono stupendi, e nonostante il costo un po’ oneroso, almeno uno nel nostro beauty case deve esserci, sono davvero dei “must have”. Parliamo naturalmente della miriade di blush di casa Benefit...

Pubblicato da AnnaMarchese Giovedì 29 aprile 2010

Blush Benefit, voi quale scegliete?

Sono stupendi, e nonostante il costo un po’ oneroso, almeno uno nel nostro beauty case deve esserci, sono davvero dei “must have”. Parliamo naturalmente della miriade di blush di casa Benefit, che possiamo definire a dir poco u-n-i-c-i, se solo volgiamo pensare all’originalissimo packaging in scatola, unico nel suo genere. Per non parlare, ovviamente, dei colori e della vasta scelta di blush che abbiamo. Ci sono i classici, color terra, che sono ideali per le pelli scure e per ravvivare la carnagione abbronzata, come può fare solo HOOLA, nella sua scatolina color prugna con il pennellino azzurro, nonché “best Bronzer Sephora” del 2008.
Chi invece preferisce rimanere sui propri colori naturali, senza osare, non può fare a meno del georgia, un leggero pesca che illumina e dà tono al viso di qualsiasi dolce donzella, nella confezione color pesca, of course!

Per quanto riguarda i rosa, ce n’è davvero per tutti i gusti; dal soft Dandelion, un rosa chiaro, il classico che rende il viso da bambola di porcellana, al molto più intenso rosa del Thrrrob, dal packaging “stringato” e aggressivo. Uno dei più originali è il Coralista, come si evince stesso dal nome è un rosa corallo, originale e unico nel suo genere, e a mio onesto parere il migliore in assoluto. Le amanti dei rosa più scuri, invece, non resisteranno al DALLAS, un rosa scuro, tendente al marroncino, che da profondità e colore al viso.

I veri “must have” di Benefit, però, sono il 10 e lo Sugarbomb. Questi due blush sono multicolore, il primo è metà bronzer marroncino-oro, e per metà illuminante rosa chiaro, da vero 10 in pagella; ma il più osannato è sicuramente lo Sugarbomb, quattro diverse tonalità, rosa shimmer, rosa chiaro, lilla e pesca, per dar vita ad un blush davvero unico. E voi, quale preferite?