Biorivitalizzazione, per correggere gli inestetismi della pelle

Con l’elettroporazioni e biostimolazioni si stimola il metabolismo cellulare e la circolazione favorendo la vasodilatazione locale, la radiofrequenze, invece, distende visibilmente i tessuti e riduce la lassità cutanea determinando, senza alcun dolore, un visibile effetto lifting.

Pubblicato da Valentina Morosini Domenica 28 marzo 2010

Diventare belle? Non è poi un grande problema ai giorni nostri, semmai è una questione di costi perché i trattamenti sono onerosi. Oggi parliamo di Biorivitalizzazione, una tecnica che serve per correggere o eliminare gli inestetismi del viso. Il funzionamento di questo trattamento è stato spiegato a ItaliaSalute, un portale di medicina, dal dottore Salvatore Ripa. È un procedimento che comprende tanti passaggi e di conseguenza ci vuole un po’ di tempo per riuscire a vedere risultati tangibili. Però è molto efficace e indolore.

Il trattamento della biorivitalizzazione, per viso e collo, prevede una seduta a settimana che comprende tutti i trattamenti: l’elettroporazione e la biostimolazione con farmaci omotossicologici, la radiofrequenza e la maschera decongestionante e antiossidante. In questo caso invece risultati si evidenziano sin dalla prima seduta. Mi raccomando ricordatevi di idratare bene la pelle dopo il trattamento.

Con l’elettroporazioni e biostimolazioni si stimola il metabolismo cellulare e la circolazione favorendo la vasodilatazione locale, la radiofrequenze, invece, distende visibilmente i tessuti e riduce la lassità cutanea determinando, senza alcun dolore, un visibile effetto lifting.

Foto tratte da
villa-eden.com
dottortaddia.it
apizzetti.com