Antiage, il trattamento alla fitomelatonina

Dura circa un’ora e si articola in 4 fasi. L’estetista riscalda un fluido detergente nel palmo della mano e lo distribuisce su viso, collo e decolletè. Appoggia per qualche minuto una salvietta bagnata con acqua tiepida sul viso per apportare calore alla pelle e aprire i pori della cute.

Pubblicato da Valentina Morosini Giovedì 26 novembre 2009

Antiage, il trattamento alla fitomelatonina

Per ritrovare la bellezza di una pelle giovane, l’ideale è un bel trattamento alla fitomelatonina che stimola i processi rigenerativi della pelle, ripara i danni cutanei, le cicatrici e dona un senso di tonicità. Direi che ha quasi lo stesso effetto di un lifting.
Questa sostanza contiene melatonina, definita anche l’ormone della giovinezza, responsabile del sonno e della veglia e dell’autoriparazione dei tessuti. In natura esiste una sostanza simile prodotta invece dalle piante: la fitomelatonina ed è in grado di stimolare i processi rigenerativi e riparare i danni provocati dallo smog, dai raggi Uv distendendo i tratti.

Il più importante tra i trattamenti, molto diffuso nelle Spa in Trentino Alto Adige, è sicuramente quello antiage per contrastare i radicali liberi, responsabili della degenerazione dei tessuti. La terapia è articolata in quattro fasi: quella di pulizia e relax poi l’estetista effettua un massaggio detergente e distensivo di viso, collo e decolleté, segue una maschera intensiva e il gran finale: dopo aver rimosso la maschera si spalma un prodotto alla fitomelatonina.

Il costo del trattamento è di circa 120 euro.

Foto tratte da
pinetahotels
hotelrenato.it