Antiage, combattere le rughe con l’acqua

Il principale fattore di invecchiamo dipende da come la pelle raccoglie e conserva l’acqua. Il processo infatti di invecchiamento delle cellule dipende dal compromesso funzionamento dei 700 geni che si occupano di tenere la pelle idratata.

Pubblicato da Valentina Morosini Martedì 21 luglio 2009

Trattamenti estetici, creme rigeneranti e poi, secondo una ricerca, conservare la giovinezza è solo una questione di acqua. Alcuni scienziati hanno individuato 1.500 geni che determinano l’invecchiamento e a causa di ciò esistono 8 modi diversi in cui la pelle invecchia.
Insomma, quando si dice: madre natura… non è del tutto sbagliato. I ricercatori della Procter & Gamble hanno voluto studiare il perché alcune persone invecchiano più velocemente e per fare questo hanno usato i risultati e le tecniche del Progetto Genoma, il programma internazionale di mappatura del Dna umano da 2 milioni di dollari.

Il principale fattore d’invecchiamento dipende da come la pelle raccoglie e conserva l’acqua. Il processo, infatti, d’invecchiamento delle cellule dipende dal compromesso funzionamento dei 700 geni che si occupano di tenere la pelle idratata. Questa scoperta permetterà di capire come poter intervenire per preservare il volto dai segni del tempo.

E’ vero, non per smontare le signore trepidanti di una cura miracolosa, che questi geni influenzano solo il 30% dei processi. C’è ancora molto da fare e da scoprire, ma un primo passo è stato fatto.