Acne, proteggere la pelle dai raggi del sole

da , il

    Foruncolini, sfoghi e acne con l’estate svaniscono. Il sole, infatti, almeno da questo punto di vista, aiuta la pelle a seccare velocemente i brufoli. Non pensiate però che sia un bene. I raggi non curano le impurità ma le peggiorano contribuendo, un domani, a ricadute ancora più gravi.

    L’equazione che l’abbronzatura uguale zero acne è sbagliatissima e pericolosa. E’ vero che il sole asciuga la cute donando un aspetto sano e vivo, ma la nostra pelle percepisce la secchezza come un nemico da combattere, come una forma di disidratazione e aumenta la secrezione di sebo.

    Ciò vuol dire che terminato il periodo al mare e persa l’abbronzatura, cominceranno a spuntare più brufoli di prima. Come combattere questa situazione, senza rinunciare a prendere un po’ di sole (che tra l’altro a piccole dosi, fa pure molto bene)?

    Intanto utilizzate creme idratanti, affinché non la vostra pelle non si accorga della differenza e poi usate una protezione totale se avete un’acne molto pronunciata e una protezione alta se invece stiamo parlando solo di qualche brufolo. Infine, chiedete al vostro medico che vi venga prescritto qualche integratore alimentare specifico. Ottimi quelli a base di betacarotene che stimolano melanina.