Acne, i fanghi possono essere d’aiuto

Per curare la pelle dall'acne potreste utilizzare dei fanghi: le alghe aiutano a purificare la pelle e a drenare i liquidi anche quelli sul viso.

Pubblicato da Valentina Morosini Mercoledì 18 maggio 2011

Acne, i fanghi possono essere d’aiuto

Avete problemi con l’acne, ma non sapete proprio come curare la vostra pelle. Il primo consiglio, quello più saggio, è chiedere subito appuntamento a un dermatologo e seguire le sue indicazioni. Se non si tratta di un problema grave, quanto più di uno sfogo o di qualche foruncolo di troppo, potreste anche usare i fanghi, che sono preparati con alghe e sali minerali. Queste sostanze possono essere di grande aiuto nel ristabilire il ph della pelle, favorire la cicatrizzazione e purificare la cute. Ma scopriamo qualcosa in più.

La principale caratteristica delle alghe è quella di drenare la cute, tant’è che si utilizzano anche per sconfiggere la cellulite. Stessa operazione avviene sul viso: spesso i foruncoli sono tipici di una pelle grassa.

Come si può intervenire? Per seguire un trattamento simile bisogna applicare i fanghi almeno due volte la settimana per un paio di mesi. Il prodotto va spalmato nella zona desiderata con un lieve massaggio. Dovete poi lasciarli in posa per almeno mezz’ora.

Finito il trattamento dove risciacquare con acqua corrente, possibilmente tiepida. Poi asciugate con cura la pelle con una velina. Infine, mettete una crema idratante. Potete anche scegliere una lozione o un gel se non volete appesantire troppo la vostra cute.