Acconciature primavera 2012, la treccia torna protagonista

Vi proponiamo una serie di interessanti rivisitazioni della classica treccia. Sono tutte idee extra cool "rubate" alle passerelle e perfette per la primavera in arrivo. Scopriamo insieme come realizzarle.

Pubblicato da Claudia Sobrero Lunedì 23 gennaio 2012

Vi parliamo delle acconciature primavera 2012 andando alla scoperta di uno dei trend predominanti per la stagione a venire, la treccia. Con l’arrivo dei primi caldi i capelli tornano ad essere sapientemente intrecciati. L’ispirazione per interpretare nel migliore dei modi questa tendenza arriva dalle passerelle dove abbiamo potuto ammirare trecce classiche, nodi messy e intrecci estremamente elaborati. Giocare con le acconciature è un modo intelligente per affrontare con classe e stile il caldo, ed è un modo semplice per cambiare spesso look e trasformare in pochi attimi il proprio aspetto.
La treccia è un’acconciatura che permette di affrontare il caldo con stile. E’ un’acconciatura versatile che si sposa alla perfezione con vari tipi di look e ha il grande vantaggio di essere semplicissima da realizzare. Scopriamo in quale modo è stata rivisitata la treccia in vista della primavera.

La classica treccia lunga e ordinata è sempre in voga, realizzarla è semplicissimo, è sufficiente intrecciare i capelli lavorando con tre ciocche. Molte le rivisitazioni cool viste sulle passerelle, per un look più rock è proposta la più complessa fishtail braid, mentre per sperimentare un’acconciatura nuova potete partire dalle classiche tre ciocche necessarie per realizzare una treccia e “assemblarle” tra loro per creare un raccolto mash-up tra una coda e una treccia.

Molte le treccine viste sulle passerelle, l’importante in questo caso è abbondare, non devono essere mai meno di due e vanno realizzate in modo da creare nuove pettinature. Sempre gettonatissima la milkmaid braid, un’idea diversa per avere in pochi istanti un look very romantic e chic. Molte le acconciature che hanno “nodi” e “intrecci” come protagonisti, l’idea più interessante è il “nido” messy che arriva dalla sfilata di Michael Kors, ma sono numerose le proposte di questo genere.