Tatuaggi di angeli: il significato e i disegni più belli [FOTO]

da , il

    Gli angeli sono tra i tatuaggi più diffusi, ma quali sono i disegni e i significati più belli? Dal famoso angelo sulla pancia di Asia Argento alle ali sulla schiena di Sarah Harding, dagli angeli custodi ai putti alati, questi tatuaggi hanno sempre avuto molta fortuna. Forse perché la bellezza dei disegni viene esaltata da sfumature e ombre. Ma non solo. Anche se vivono nella pura luce, anche se sono messaggeri prediletti di Dio, anche se rilucono di grazia e di bellezza, gli angeli sono più simili a noi di quanto non si pensi, dato che anche loro cadono.

    Tatuaggi di angeli: la tradizione

    I tatuaggi con gli angeli e le ali sono molto amati e richiesti, al di là delle mode e delle usanze. Gli angeli esistono in tutte e tre le religioni monoteiste. Sia il cristianesimo, sia l’ebraismo, sia l’Islam richiamano infatti a queste creature straordinarie, i messaggeri di Dio. È un angelo ad annunciare a Maria l’immacolata concezione, è un angelo a dettare a Maometto il Corano in lingua araba chiara, è un angelo a parlare con Abramo e a fermare la sua mano mentre sta per uccidere suo figlio. Ed è sempre un angelo, ma della morte, a provocare l’ultima, e la più terribile, delle dieci piaghe d’Egitto: l’uccisione di tutti i maschi primogeniti. Ed è ancora un angelo, il più bello, a dare origine al Diavolo: Lucifero.

    Tatuaggi di angeli: i significati

    Ma gli angeli non sono solo degli annunciatori della parola divina. Nella tradizione cristiana gli angeli rivestono anche il ruolo di protettori delle anime, i cosiddetti angeli custodi, che accolgono le nostre preghiere e vegliano su di noi aiutandoci a raggiungere la salvezza eterna. I significati principali di questo tatuaggio sono la spiritualità, l’amore e la protezione, ma anche la lotta perenne tra il bene e il male in cui sono mostrati gli arcangeli in battaglia. A volte richiamano un amico o un parente defunto, come immagine per ricordarlo sempre e portarlo nel cuore. Il tatuaggio di un angelo nero rappresenta l’amore per il lato più oscuro della vita, mentre l’angelo caduto simboleggia la caducità della condizione umana. Bene e male, amore e morte sono molto ripresi anche nella tradizione old school, che ultimamente sta tornando di moda.

    Tatuaggi di angeli: i disegni

    Gli angeli si possono trovare tatuati in due modi: una raffigurazione sotto forma umana, o in modo semplificata nel suo elemento più caratteristico, le ali. Solitamente sono tatuaggi in bianco e nero con ombre e sfumature, più raramente a colori. Tra le zone tipiche dove tatuarsi un angelo o delle ali, ci sono l’addome, il collo, l’interno dei polsi, le caviglie e i piedi (per richiamare l’immagine del messaggero alato che appartiene anche alla tradizione pagana), ma soprattutto il fianco e la schiena, spesso occupandola per intero. Quando il tatuaggio è legato a una persona cara scomparsa, è solitamente seguito da un nome o da una frase. Sono accompagnati da una frase o una massima, spesso in inglese, anche i tatuaggi che esprimono considerazioni liriche sulle vita, come per esempio “Even angels fall”.

    Dolcetto o scherzetto?