Tatuaggi: consigli per evitare rischi e possibili controindicazioni

da , il

    Tatuaggi: consigli per evitare rischi e possibili controindicazioni

    I tatuaggi piacciono sempre di più alle donne. Tuttavia fare un tatuaggio comporta controindicazioni e prevede alcune avvertenze di cui è fondamentale essere a conoscenza. Di per sè, fare un tatuaggio non è pericoloso, ma ci sono dei rischi in cui è possibile incappare se non si valutano con attenzione determinati parametri inerenti il proprio tipo di pelle, le proprie condizioni di salute e soprattutto l’affidabilità del tatuatore, da scegliere assolutamente con cura e oculatezza specialmente per quanto riguarda esperienza e rigore nelle norme igieniche. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sui tatuaggi, tra consigli e rischi.

    Tatuaggi, consigli e avvertenze da seguire

    tatuaggi avvertenze e consigli

    Specialmente se si è alle prese con il primo tatuaggio e si è quindi inesperte, è bene considerare avvertenze e consigli circa i tatuaggi, in modo tale da farsi tatuare in assoluta sicurezza e tranquillità.

    Scegliere un buon tatuatore è fondamentale: bisogna affidarsi esclusivamente a personale qualificato e preparato che esponga in studio tutte le licenze necessarie al regolare svolgimento della professione. Il tatuatore deve sempre lavarsi le mani e indossare dei guanti nuovi per ogni cliente. Allo stesso modo, l’ago deve essere preso da un pacchetto sigillato prima di cominciare con il lavoro, così come pigmenti e contenitori.

    Le norme igieniche per i tatuaggi sono molto importanti. Assicurati che venga utilizzato un sistema autoclave per sterilizzare tutte le attrezzature non usa e getta. Tutto ciò che non può essere sterilizzato con autoclave deve essere trattato con disinfettante o soluzione a base di candeggina dopo ogni utilizzo.

    Ricordiamo, inoltre, che cancellare i tatuaggi è piuttosto complicato: qualora si desideri eliminare un tattoo dalla propria pelle è necessario sottoporsi a sedute con il laser anche parecchio lunghe. In alternativa, consigliamo di coprire il tatuaggio con il make up, magari in vista di un’occasione particolare in cui non vogliamo che si noti.

    Come curare un tatuaggio appena fatto

    Come curare tatuaggio

    E’ fondamentale, inoltre, sapere come curare il tatuaggio dopo averlo fatto. La medicazione va rimossa dopo 24 ore ed è opportuno applicare una crema antibiotica per rendere più veloce e semplice la guarigione dell’area tatuata. La pulizia del tatuaggio è molto importante ai fini della sua guarigione: basterà usare acqua e sapone e tamponare la pelle invece di strofinarla per procedere all’asciugatura. Su un tatuaggio appena fatto va usata della crema idratante, senza profumazioni aggiunte e molto delicata da applicare diverse volte al giorno. Ricordiamo, infine, che è vietato esporsi al sole per alcune settimane ed è altrettanto sconsigliato indossare vestiti troppo aderenti sul tattoo. Di norma, il tatuaggio guarisce in due settimane circa: le croste non vanno toccate, onde evitare di favorire infezioni e di danneggiare il disegno.

    Rischi e controindicazioni dei tatuaggi

    tatuaggi rischi controindicazioni

    Nessuno vuole demonizzarli, ma i tatuaggi possono comportare effetti indesiderati anche piuttosto seri. Il tatuaggio, infatti, per il suo meccanismo di realizzazione causa una vera e propria lesione della pelle, pertanto è possibile incappare in infezioni e altre complicazioni. allergie e forti reazioni allergiche, infezione con dolore, gonfiore della zona e pus e il subentrare di malattie infettive trasmesse dal sangue come HIV – il virus dell’AIDS – epatite e tetano. Tutte queste problematiche, ovviamente, sono pressochè inesistenti ed improbabili se il tatuaggio viene eseguito nel modo giusto e curato con attenzione.