Tagli capelli corti in crescita, come gestirli per essere sempre cool [FOTO]

da , il

    Tagli capelli corti in crescita. In questo periodo di pullulare di capelli corti la tentazione di farsi un pixie cut o un side cut, un taglio alla garçonne o anche solo un caschetto è molto forte. Ma altrettanto urgente è la domanda: come faccio a gestirli quando crescono? Sarò sempre cool a un mese dal taglio o dovrò correre dal parrucchiere? La regola dei capelli corti – che siano pixie cut o carré – è sempre quella di spuntarli ogni dieci settimane, ma anche meno se le punte non tengono. Per questo molti parrucchieri sono inorriditi vedendo Jennifer Lawrence camminare per le strade di New York con un pixie cut incolto trasformato in un caschetto scombinato. Ma quest’anno di miti sui capelli ne abbiamo vista sfatare molti, primo fra tutti quello della scomodità della mezza lunghezza, quindi possiamo anche trovare il modo di valorizzare i capelli corti in crescita.

    Il taglio corto cresciuto di Jennifer Lawrence

    Nel giro di due anni Jennifer Lawrence è passata da una chioma fluente e vaporosa a un caschetto e infine a un pixie cut frangiato e sbarazzino che ha generato un’ovazione dopo l’altra, oltre a considerazioni pseudo filosofiche sul potere liberatorio di questo taglio, molto amato dalle giovani attrici in odore di consacrazione. Il pixie cut è diventato uno dei tagli più ambiti del 2014. Figurati poi la delusione quando l’abbiamo vista girare per le strade di New York con il suo taglio pixie in crescita, ormai privo di forma, destinato alla deriva di caschetto scomposto e disordinato. Avrà cercato di rimediare al colpo di testa con la più classica delle soluzioni, cioè lo sciopero dal parrucchiere? O forse, in barba all’indignazione degli hair stylist di mezzo mondo, sta per spingere all’estremo il trend dei capelli corti in crescita?

    Il tagli corti cresciuti delle star

    Se c’è una verità sui capelli, è quella che ricrescono. E questo può essere un bene e un male. Come si fa a mantenere un taglio corto in crescita? Come sempre prendiamo spunto dalla star che sanno come trovare i tagli corti più belli. L’hair stylist delle celebrity Chris McMillan consiglia di tagliare la frangia e i capelli dietro creando un bob cut con le punte che si pareggiano, ma anche di ricorrere a mollette e cerchietti che danno un effetto molto chic. Michelle Williams e Anne Hathaway sono una fucina di idee in questo senso. Dopo averlo tenuto per un po’, Michelle Williams ha costantemente fatto allungare il suo pixie cut, tanto che ora la vediamo con i capelli corti alle orecchie scalati e sbarazzini. Anne Hathaway ha adottato il taglio alla garçonne per esigenze di copione, salvo poi affezionarsi e mantenere la chioma ben sopra le orecchie. Pettinando i capelli all’insù o all’ingiù, in avanti o all’indietro, si può creare un’infinità di acconciature. Altre celeb hanno abbandonato lentamente il bob cut per sfoggiare un trendissimo long bob, il re dei tagli a bassa manutenzione. Ne sono esempio altre due Emma: Stone e Roberts.

    Medicina estetica