Tagli capelli 2010: il caschetto scalato

da , il

    Con il video non sono d’accordo sono in punto: il caschetto è un taglio adatto a tutte. Non è assolutamente vero, anzi è molto difficile, soprattutto quello corto che arriva proprio sotto i lobi delle orecchie. Ci vuole un collo lungo, spalle dritte, un viso armonico né lungo e né tondo e un naso proporzionato. Oggi il caschetto più bello del cinema è quello di Katie Holmes. Però voglio dire, al di là della simpatia, lei ha un viso splendido e questo taglio sembra esserle cucito addosso. Tra l’altro le ha regalo eleganza e ricercatezza, cosa che prima, ai tempi di Dawson’s Creek, non aveva.

    Molto più facile da portare è quello scalato, perché copre e mitiga le imperfezioni della persona. Un esempio può essere la signora Blasi in Totti, che ha questo taglio che non tocca le spalle, con le punte davanti di varia dimensione. È scalato anche quello di Victoria Beckham, più lungo davanti.

    Se avete i capelli ricci, lo sconsiglio sempre perché può diventare effetto leonino, il caschettino scalato si può realizzare con un taglio che crea l’effetto vintage accorciando le lunghezze e volumizzando la testa. Insomma, non è un taglio per tutti, ma è di sicuro molto creativo e ha saputo reinventarsi adattandosi ai tempi.